Premier League, 13/a giornata: crollano Chelsea e Liverpool, sale l’Arsenal

Come non detto. Prima di questa giornata si cercava la conferma dal Manchester United in qualità di anti-Chelsea, Il tredicesimo turno di Premier League però, ha stravolto gli equilibri ai vertici della classifica. Ancelotti subisce una clamorosa umiliazione casalinga contro il Sunderland, mentre Ferguson coglie l’ennesimo pareggio che poteva anche essere sconfitta. Segno X anche per Mancini, ma non per Wenger che con il suo Arsenal vince ancora e si porta al secondo posto, a meno due dalla vetta. Altra debacle per il Liverpool in casa dello Stoke.

Incredulo Chelsea – Da ieri pomeriggio, Stamford Bridge è diventato ufficialmente uno stadio espugnabile. Lo può confermare il Sunderland che lo ha sbancato per 3-0. I tifosi dei blues dovranno sforzarsi per ricordare una sconfitta così pesante in casa. Tuttavia, il Chelsea è ancora primo. Cambia invece, la seconda in classifica. L’Arsenal va a vincere in casa dell’Everton, scavalca lo United e soffia sul collo di Ancelotti. Di Sagna e Fabregas le reti biancorosse. A nulla serve l’1-2 di Cahill a tempo scaduto. Aston Villa-Manchester United, si risolve nell’ultimo quarto d’ora. I padroni di casa vanno due volte in vantaggio, ma nei minuti finali, Vidic e il giovane italiano Macheda fanno 2-2 e salvano i red devils.

Liverpool K.O. – Altra pesante sconfitta per i reds. In casa dello Stoke, Fuller e Jones affossano la squadra di Hodgson, sempre più in bilico. Con questi tre punti, i padroni di casa agganciano proprio il Liverpool a metà classifica. Altro passo falso per il City di Mancini. La partita casalinga contro il Birmingham non doveva rappresentare chissà quale ostacolo, ma non si è andati oltre lo 0-0. Critiche all’allenatore italiano. Torna a vincere in casa il Tottenham. Nella gara contro il Blackburn, segnano Crouch, Pavlychenko e Bale che continua a fare il fenomeno (doppietta). Nei minuti finali i rovers hanno un impeto di orgoglio, ma finisce 4-2 per gli spurs.

Colpo Bolton – Nella giornata dei colpi in trasferta, anche il Bolton conquista i tre punti in casa del Wolverhampton e si proietta nella zona alta della classifica. Finisce 2-3 al Molineux e i wolves rimangono all’ultimo gradino della classifica. Ultimo gradino condiviso con il West Ham che non vince più. Ennesimo pareggio, stavolta per 0-0 tra le mura di casa con il Blackpool. Reti inviolate anche in Newcastle – Fulham, dove i magpies sprecano una buona occasione per rimanere nei piani alti della Premier. Successo di misura invece, per il Wigan. Moses regala la vittoria casalinga ai danni del West Bromwich.

Ecco il quadro della 13/a giornata:

ASTON VILLA – MANCHESTER UNITED   2 – 2 (’72 Young (rig.), ’76 Albrighton,            ’81 Macheda, ’85 Vidic)

MANCHESTER CITY – BIRMINGHAM   0 – 0

NEWCASTLE – FULHAM   0 – 0

TOTTENHAM – BLACKBURN   4 – 2 (’16 Bale, ’42 Pavlychenko, ’69 Crouch, ’75 Bale, ’80 Nelsen, ’90 Givet)

WEST HAM – BLACKPOOL   0 – 0

WIGAN – WEST BROMWICH  1 – 0 (’70 Moses)

WOLVES – BOLTON   2 – 3 (‘1 Stearman (aut.), ’62 Elmander, ,67 Holden, ’69 Foley,            ’77 Fletcher)

STOKE – LIVERPOOL   2 – 0 (’56 Fuller, ’90 Jones)

EVERTON – ARSENAL  1 – 2 (’36 Sagna, ’48 Fabregas, ’89 Cahill)

CHELSEA – SUNDERLAND   0 – 3 (’45 Onuoha, ’52 Gyan, ’87 Welbeck)

Ecco la classifica aggiornata dopo tredici giornate:

Chelsea 28 pt; Arsenal 26 pt; Man Utd 25 pt; Man City 22 pt; Bolton, Sunderland e Tottenham 19 pt; Newcastle 18 pt; Aston Villa 17 pt; Stoke, Liverpool e Wba 16 pt; Everton, Blackpool e Blackburn 15 pt; Fulham e Wigan 14 pt; Birmingham 13 pt; Wolverhampton e West Ham 9 pt.

Giuseppe Greco