Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Energia: solo tra 131 anni le rinnovabili rimpiazzeranno il petrolio

CONDIVIDI

Secondo lo studio realizzato da due ricercatrici dell’Università della California, analisi pubblicata sulla rivista Environmental Science & Technology, ci vorranno ancora 131 anni prima che le energie rinnovabili riescano a sostituire i combustibili derivanti dal petrolio. Con i ritmi attuali di crescita di molti paesi, sottolineano le ricercatrici, sono necessarie politiche mirate per la diffusione e lo sviluppo delle fonti alternative, in quanto il petrolio andrà presto ad esaurirsi.

Le stime realizzate dalle due ricercatrici si basano sul confronto tra la capitalizzazione e i dividendi delle aziende che operano nel campo delle fonti energetiche classiche e le imprese che invece si occupano di rinnovabili. Proprio queste ultime dovranno attendere oltre un secolo prima di acquisire quote di mercato tali da poter rimpiazzare le prime: ”Il calcolo si basa sulla teoria, già usata in altre occasioni, che le azioni degli investitori di lungo termine riescano a predire bene l’andamento futuro delle aziende – spiegano Nataliya Malyshkina e Deb Niemeier – e quello che vogliamo sottolineare è che il mercato da solo non è sufficiente a far emergere le nuove tecnologie, ma c’è bisogno anche di politiche favorevoli, vista la quantità di tempo necessario perchè diventino dominanti nella situazione attuale”.

E’ quindi assolutamente necessario attivare politiche volte allo sviluppo delle energie alternative. Proprio su questa necessità hanno posto l’accento le due ricercatrici, in relazione anche alle ultime stime sulla quantità di petrolio ancora disponibile. Secondo i calcoli del World Energy Outlook dell’International Energy Agency, infatti, il picco di produzione sarebbe già stato raggiunto nel 2006. Con questo ritmo, le riserve potrebbero bastare solo per i prossimi 45 anni. Di fronte a questa inevitabile scadenza temporale sarebbe importante convertire la produzione energetica in modo da giungere preparati all’ora X, quando il petrolio sarà soltanto un ricordo. Il ritardo di molti paesi non rappresenta un bel segnale per il futuro.

Di Marcello Accanto