Primo treno privato sulla Milano-Torino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:13

Ha viaggiato ieri mattina per la prima volta. E’ partito alle 7.10 (puntuale!) dalla stazione del Lingotto di Torino ed è giunto a Milano Porta Garibaldi in anticipo di 10 minuti. Protagonista della storia è il primo treno dell’operatore privato Arenaways, che ha debuttato ieri sulle binari delle ferrovie italiane con a bordo 20 passeggeri. Tra essi, il fondatore e amministratore delegato dell’azienda di Alessandria, Giuseppe Arena.

“Avremmo preferito un altro tipo di partenza, che ci permettesse anche di effettuare fermate intermedie, ma alla fine ce l’abbiamo fatta”, racconta Arena con malcelata soddisfazione. L’amministratore poi specifica che è “la prima volta che sui binari delle nostre ferrovie presta servizio un operatore privato con carrozze di sua proprietà”.

Ma non è andato tutto liscio come l’olio, ed infatti Arenaways ha presentato 3 ricorsi. Uno all’Antitrust, uno all’Ufficio di regolazione dei servizi ferroviari del ministero dei Trasporti e uno alla Commissione europea. La società alessandrina, infatti, chiede di poter effettuare anche un certo numero di fermate intermedie lungo il tratto Torino-Milano. “Anche perché”, spiega Arena, “i treni della Deutsche Bahn proveniente dal Brennero fanno fermate in Italia. E in quel caso la Regione Trentino non ha opposto resistenza, perché si tratta evidentemente di un servizio in più per i viaggiatori”.

La replica delle Fs non si è fatta attendere. Mauro Moretti, l’amministratore delegato dell’azienda, precisa che nessuno sta facendo alcun tipo di ostruzionismo. “Ci atteniamo alle regole”, sostiene. “La concorrenza è positiva, ma le istituzioni che firmano contratti di servizio devono trovare l’equilibrio”.

Il Codacons, che ha depositato un esposto presso l’Autorità per la concorrenza e il mercato in cui si denunciato eventuali atteggiamenti anticoncorrenziali (quindi dannosi per gli utenti), afferma che “Sarà l’Antitrust a dire se c’è o meno ostruzionismo da parte della Ferrovie. Il provvedimento che impedisce alla compagnia di effettuare fermate intermedie lungo la tratta Torino-Milano compromette in modo pesante la libera concorrenza nel settore ferroviario e, trattandosi di una linea pensata proprio per i pendolari lombardi e piemontesi, danneggia irrimediabilmente gli utenti, impedendo loro di utilizzare il nuovo servizio”.

Tra le novità offerte da Arenaways c’è quella di poter far la spesa a bordo dei treni. La coordinatrice dei servizi sui treni, Patrizia De Bernardi, racconta: “l’idea di dare la possibilità di effettuare la spesa a bordo ci è venuta perché abbiamo visto, da una indagine effettuata, che la maggioranza dei pendolari è single. Offriamo anche il servizio di lavanderia: si lasciano i vestiti e si ritirano tre giorni dopo sul treno o in tre punti in città”.

Gianluca Bartalucci

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!