F1, Ricciardo il più veloce nei test riservati ai giovani piloti

Si sono conclusi i due giorni di test sul circuito di Abu Dhabi riservati solo ai giovani piloti. Una preziosa occasione per i nuovi talenti di prendere contatto con le monoposto di Formula uno, molto più sviluppate e particolari rispetto a quelle dei campionati cadetti. Tutti i team iscritti al campionato 2010 vi hanno partecipato, usando però una solo vettura per squadra. Tanti nomi si sono succeduti visto che squadra come Williams, HRT, Virgin e Renault hanno fatto salire più di un pilota, mentre i top team hanno preferito concentrarsi su uno solo, costruendo quindi un lavoro e progetto molto più approfondito. Tra questi vi è l’austriaco (di origine italiana) Daniel Ricciardo. Il ventunenne ha avuto l’onore di salire a bordo della vettura campione del mondo costruttori Red Bull, lasciando certamente il segno.

Sin dai primi minuti il pilota si è classificato in prima posizione, rimanendoci sino alla fine e abbassando continuamente i tempi man mano che il tempo passava. Alla fine Daniel è riuscito nel non facile intendo di abbassare la pole fatta registrare da Sebastian Vettel di oltre un secondo. Nuovo record della pista e fatto che conferma le doti incredibili del giovane. C’è da dire comunque che le condizione della pista sono molto migliorate rispetto allo scorso week-end di gara, fatto che ha facilitato di molto l’abbassamento dei tempi. In seconda posizione troviamo una Renault guidata dal promettente Jerome D’Ambrosio, in grado di scendere sotto il muro dell’1 e trentanove, anche se il distacco con il primo classificato è di ben sette decimi.

Terzo Sam Bird su Mercedes, capace di rimanere davanti alla Mclaren del collaudatore Gary Paffet e alla Ferrari di Jules Bianchi.  Il francese, dopo una giornata spesa a raccogliere dati ed informazione, ha cercato la prestazione sul giro, segnando un incoraggiante 1’39″916 che lo ha portato in quinta posizione. Bravo Sergio Perez su Sauber e Maldonado che segna l’ottavo tempo con la Williams, sua sempre più probabile scuderia per l’anno prossimo. Soddisfa anche il nostro Davide Valsecchi, che a bordo della difficile HRT si classifica undicesimo, con un tempo di addirittura due secondi più veloce rispetto a quello fatto segnare dal titolare Bruno Senna.

I test per le giovani promesse sono finiti ma le scuderie e i vari meccanici non abbandoneranno il circuito di Yas Marina. Venerdì e Sabato infatti vi saranno altro test, questa volta però riservate alle nuove coperture Pirelli. Tutti i team proveranno i nuovi pneumatici, con a bordo questa volta i piloti ufficiali. Vedremo quali saranno le prime impressioni e commenti riguardo all’atteso ritorno del gommista italiano nella massima serie automobilistica.

Riccardo Cangini