Inter: niente ribaltone, Moratti conferma Benitez: “Piena fiducia in lui”

Oggi per l’Inter era una giornata importante. E così effettivamente è stato, perché il presidente nerazzurro Massimo Moratti ha spazzato via le voci che volevano Rafa Benitez ad un passo dall’esonero. Nonostante l’opaco periodo di forma che sta attraversando la squadra, confermato dalla sconfitta nel derby, il presidente interista ha rinnovato la fiducia nel tecnico spagnolo, arrivato la scorsa estate per raccogliere la scomoda eredità dello Special One Josè Mourinho.

Non c’è nessuna decisione traumatica, ho piena fiducia in Benitez, il progetto va avanti” ha dichiarato Moratti all’uscita dai suoi uffici. Secondo il numero uno di via Durini, le voci di un cambio di guida tecnica non sono da considerare veritiere: “Lo avete inventato voi e l’ho letto sui giornali non c’è proprio nessuna decisione traumatica, assolutamente. È un progetto che abbiamo scelto e va avanti, piena fiducia in Benitez come ho detto l’altro giorno”. Alcune indiscrezioni hanno parlato di un pranzo segreto con Leonardo: “Arrivederci”, ha tagliato corto Moratti.

Nonostante le smentite di rito però, la panchina di Benitez non è pienamente al sicuro ed i prossimi risultati, con il Mondiale per club che si avvicina, saranno determinanti per il futuro dell’allenatore spagnolo.

Qualora si arrivasse alla rottura con l’ex tecnico del Liverpool, un nome caldo per la sua sostituzione è quello di Luciano Spalletti, fresco campione di Russia con lo Zenit di San Pietroburgo. Lo stesso allenatore toscano, in un’intervista a Sky, ha però escluso un ritorno a breve in Italia: “No non sono stato contattato da nessuno, nè dall’Inter, nè dalla Fiorentina. Ho un contratto qui, se non mi mandano via e se non capitano situazioni nuove rimango qui. Moratti ha fatto bene a confermare Benitez, ha coerenza e buon senso. E’ stato un inizio complicato, dovuto anche ad infortuni, ma non si può buttare quanto è stato progettato”.

Francesco Mancuso