Mia madre: Bianca Guaccero svela le difficoltà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:09

Dopo il successo di Capri e di altre fiction per Bianca Guaccero questa volta il ruolo da protagonista in “Mia madre” non è stato semplice da affrontare. L’attrice pugliese a gennaio compirà trenta anni, un punto della vita in cui iniziano i primi bilanci, e al settimanale Dipiù svela le difficoltà affrontate non solo nella sua professione.

Se mi guardo indietro mi accorgo di quanto, soprattutto in questi ultimi dieci anni, io sia cambiata. Per esempio, oggi non ho più la fissa dell’aspetto fisico – racconta la splendida Guaccero – inseguendo chissà quale modello con una dieta ferrea. E anche sentimentalmente penso di essere molto maturata: da quando infatti ho al mio fianco il regista Dario Acocella sono sicura di me stessa e non vivo più nel terrore del fallimento, come in effetti è stato per tanto tempo”.

Bellissima e sempre perfetta nel suo lavoro Bianca confessa che fino a poco tempo fa non avrebbe potuto accettare il ruolo di una donna di cinquanta anni, non si sentiva così forte e pronta. “Ho dovuto fare una fatica pazzesca per immedesimarmi in una me più grande. Per farlo mi è bastato guardarmi indietro, riflettere su come sono cambiata in questi ultimi anni e di rimando immaginare in che modo potrei cambiare da qui ai prossimi venti anni. Considerando i passi da gigante che ho fatto sino a oggi, a  volte scherzo e dico: “A cinquanta anni spaccherò il mondo!”.

L’amore è stato per tanti anni l’ostacolo che Bianca non riusciva a superare: “Prima di Dario la storia più importante che ho avuto risale addirittura all’adolescenza. Infatti per cinque anni, dai diciassette anni, sono stata legata al calciatore Nicola Ventola. Pensavo davvero che con lui sarebbe stato per sempre e invece, come capita, è tutto finito con un pugno di mosche in mano”. Un profondo senso di smarrimento, l’angoscia di non capire e il forte senso di colpa per quello che avvertiva come un fallimento personale è il peso che ha portato per lungo tempo sulle spalle, decidendo di dedicarsi quasi esclusivamente al lavoro.

Adesso è felice, con il suo compagno ha imparato che non esiste la donna perfetta, anche se lei sembra davvero esserlo.

S.L.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!