Milan: Barbara Berlusconi pronta ad entrare nel Cda del club rossonero

L’organigramma del Milan potrebbe presto accogliere un altro Berlusconi. Dopo Silvio e Paolo, che sono rispettivamente proprietario e vice-Presidente, la squadra rossonera potrebbe presto avere nelle cariche dirigenziali Barbara, la figlia dell’attuale Presidente del Consiglio dei Ministri italiano.

L’ANNUNCIO SUL SITO WEB DEL MILAN – La notizia di un probabile ingresso di Barbara Berlusconi nel club di calcio del padre è stata pubblicata in questi giorni nel sito web del Milan. In un comunicato stampa presente su www.acmilan.com vi è infatti una nota ufficiale del club di via Turati, che recita pressappoco così: “La dottoressa Barbara Berlusconi ha incontrato nella sede del club l’Amministratore Delegato Adriano Galliani, per discutere di un suo possibile impegno nell’AC Milan; l’ingresso di Barbara Berlusconi testimonia l’importanza del Milan per la famiglia Berlusconi, da sempre vicina emotivamente alla squadra, e ne conferma la volontà di continuare a mantenerla nei vertici del calcio mondiale“. Non si sa ancora con quali gradi Barbara Berlusconi entrerà nel Milan, ma la sua presenza nella prossima partita di Champions League ad Auxerre viene data quasi per sicura.

IBRA A RIPOSO CON LA SVEZIA – Dalla Svezia intanto arrivano delle buone notizie da Zlatan Ibrahimovic, l’attaccante del Milan andato a segno in queste ultime due gare di Campionato. Il bomber rossonero ha infatti conquistato il titolo di Miglior Calciatore Svedese del 2010, consegnatogli direttamente dal quotidiano Aftonbladet. Durante la consegna Ibrahimovic ha anche parlato del suo attuale stato di forma e del suo futuro professionale. Sulla sua salute ha detto “Ho giocato molte partite, ed adesso mi sento stanco e quasi usurato; al Milan ci sono due attaccanti infortunati, e per me la situazione non è molto facile; devo ringraziare il CT svedese Hamrén, che nell’amichevole contro la Germania mi terrà a riposo“. Sul suo futuro a Milano Ibrahimovic ha invece dichiarato che “Con il Milan rimarrò per tutta la durata del contratto (ancora 4 anni, ndr), poi però non so cosa succederà dopo; io infatti mi sentirò di giocare fino a quando sentirò di crescere come calciatore e fino a quando avrò l’energia giusta per farlo“.

Simone Lo Iacono