X Factor 4: semifinale, polemica tra Anna Tatangelo e Enrico Ruggeri

Va in scena la semifinale della quarta edizione di X Factor. Quattro i concorrenti rimasti in gara: Nevruz e Nathalie per la squadra di Elio, i Kimera per Enrico Ruggeri e Davide per Mara Maionchi. Anna Tatangelo è presente come giudice ma on stage non è rimasto alcun cantante del suo team.

E’ Carmen Consoli ad aprire la serata; sul palco di Rai Due la “cantantessa” presenta  il suo ultimo singolo “Guarda l’alba”, sempre impeccabile per stile, eleganza, poesia.
A seguire è la volta di Gianni Morandi, fresco dell’investitura come conduttore del prossimo Festival di Sanremo: si esibisce dal vivo e improvvisa anche un singolare duetto con Francesco Facchinetti. Finalmente i telespettatori di X Factor possono riascoltare dopo anni di attesa la canzone del Capitan Uncino e Francesco torna, almeno per una sera, DJ Francesco.

La prima manche vede i cantanti rimasti in gara esibirsi sulle note del Gianni nazionale con quest’ultimo impegnato come quinto giudice. Una manche di riscaldamento per i quattro aspiranti alla vittoria finale che potranno presentare finalmente il proprio inedito.

La musica non è l’unica protagonista della puntata. E’ tempo anche di polemica e il confronto, quest’oggi, è tra Anna Tatangelo e Enrico Ruggeri.
Settimana scorsa il ballottaggio ha visto i Kimera e Stefano contendersi l’accesso alla semifinale; la compagna di Gigi D’Alessio, nonostante i pareri espressi durante tutte le precedenti puntate, ha deciso di scaricare la responsabilità della scelta al pubblico. Tale comportamento ha scatenato l’ira di Ruggeri che, alzandosi, ha tirato un calcio alla propria sedia.

Insomma, una Tatangelo che se ne lava le mani anche se, va pur detto, anche Ruggeri in una puntata precedente adottò la medesima strategia.
Tutto finisce però a tarallucci e vino e la polemica lascia spazio alla musica di Gianni Morandi…Bè, più o meno a tarallucci e vino in quanto i Kimera, a fine serata, sono proprio gli eliminati ma la Tatangelo stavolta scende in campo e salva, con saldo pugno di ferro, Nevruz.

Valeria Panzeri