Cecilia Rodriguez: il suo seno è come quello di Belen

Cecilia Rodriguez è sempre più sulle orme della sorella Belen. Adesso, anche il suo seno è simile a quello della sorella: “Sono andata da quello che ha rifatto il seno a mia sorella Belen. E, visto che è venuto così bene, mi sentivo più tranquilla. Anche il mio fidanzato è contento, il mio seno nuovo gli piace, anche perché sembra naturale, anche al tatto”, ha detto la showgirl (fonte ‘Leggo‘).

Anche se un recente articolo del Tgcom ha mostrato come il “piatto” vada di moda, e attrici come Vittoria Puccini, Alba Rohrwacher, Kate Hudson, Natalie Portman e molte altre esibiscano con tranquillità le loro taglie piccole, la Rodriguez non è dello stesso parere e ha optato per la chirurgia plastica.

Cecilia ha fatto l’intervento in Argentina, passando da una prima a una terza misura: “Ero dimagrita e da una seconda ero passata a una prima e non mi piaceva più. Ora ho una terza”. Il tutto, però, ha portato con sé qualche lieve complicazione: “L’intervento è andato bene, ma poi quando sono tornata a casa sono svenuta due volte. Forse, non ho reagito bene all’anestesia” (fonte ‘Leggo‘).

La Rodriguez junior, adesso, vive in Italia con il fidanzato, ma non a spese della sorella come spettegolavano in molti: “Sono in affitto e, visto che lavoro, posso anche pagarmelo da sola: non trovo giusto farmi aiutare da lei. Sono felice perché è bello sapere di tornare a casa e trovare qualcuno che ti aspetta, che ti prepara la cena, che ti vuole bene”, si legge ancora su ‘Leggo‘.

La carriera nel mondo dello spettacolo di Cecilia sembra aver spiccato il volo: le è stato offerto di partecipare a “Io ballo”, ma la showgirl sarebbe più orientata verso l’Isola dei Famosi: “Mi piacerebbe ripercorrere la strada di mia sorella. (…) L’Isola mi sembra più interessante. Belen è tornata che era un’altra persona”, aveva detto qualche tempo fa in un’intervista a Tgcom.

In ogni caso, la showgirl ha ancora un po’ di tempo per decidere.

(Foto: Belen e Cecilia Rodriguez @ KikaPress)

Antonella Gullotti