In dicembre l’inaugurazione del nuovo Macro

Dopo molti rinvii il 4 dicembre prossimo verrà inaugurato a Roma il nuovo Macro, il Museo per le Arti Contemporanee di Roma. L’edificio, realizzato su disegno dell’architetto francese Odile Decq, sorgerà a ridosso dell’originaria struttura recuperata nell 1999.

L’ edificio, completato dopo ben 8 anni di lavori e 20 milioni di euro stanziati ha l’ambizioso progetto di diventare uno dei più importanti musei d’arte contemporanea in Italia, punto di riferimento anche per il suo valore architettonico, volto ad integrarsi con l’intero isolato urbano in un contesto di armonioso equilibrio dinamico. Il progetto va a collocarsi in una profonda linea di continuità con un percorso iniziato con l’inaugurazione del Maxxi, Museo delle Arti del XXI sec., realizzato al Flaminio dall’architetto Zaha Hadid, che punta alla riscoperta delle arti contemporanee da parte dei cittadini romani e non solo.

All’inaugurazione sarà la stessa Odile Decq a fare da Cicerone tra i circa 18 500 metri quadrati di spazio espositivo, i 10 000 nuovi vanno ad aggiungersi ai circa 8 000 delle Scuderie della Birra Peroni. Al fianco dell’architetto il direttore Luca Massimo Barbero e le più importanti cariche cittadine che fortemente hanno creduto in questo progetto: il sindaco Gianni Alemanno, il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e l’assessore alla cultura Umberto Croppi. Entusiasta l’artista francese: “Costruire un edificio è già di per sé un’avventura, costruire poi un museo è ancora di più un’avventura, ma costruire un museo d’arte contemporanea a Roma è l’avventura per eccellenza. Perché Roma è una citta che ha deciso all’improvviso di svegliarsi, ha dormito molto fino ad oggi e solo ora sta dando una svolta. E partecipare a questa svolta è molto bello perché Roma sta entrando nel vivo del ventunesimo secolo” svolta soprattutto architettonica come sottolinea anche Barbero sottolineando che “L’idea vincente e assolutamente nuova è che la nuova ala del museo sia integrata nel quartiere, diventando una passegiata profonda e divertente a Roma”.

L’ inaugurazione sarà gratuita Sabato 4 dicembre per coloro che si sono prenotati online, mentre il giorno seguente ci sarà la normale apertrura al pubblico.

Giulia Antonini