Reggio Calabria, uccisi nella notte due pregiudicati

Due uomini di 31 e 35 anni, Giorgio Clemeno e Massimiliano D’Ascola, sono stati uccisi questa notte a Reggio Calabria. I due pregiudicati – noti per esser stati spesso coinvolti in reati legati allo smercio di stupefacenti – sono stati freddati dai proiettili provenienti da una pistola. Il duplice omicidio è avvenuto nel quartiere Cep di Archi, a nord della città calabrese.

Secondo quanto emerso in queste poche ore, i due si trovavano in strada e stavano tranquillamente parlando davanti alla porta della loro casa (entrambi abitano nel medesimo palazzo) quando è avvenuto l’agguato. Improvvisamente qualcuno ha sparato contro di loro diversi colpi di arma da fuoco, probabilmente di calibro 7.65, uccidendoli all’istante. Qualche minuto dopo sul posto sono giunti i carabinieri, allarmati da una chiamata, i quali hanno trovato i due cadaveri stesi e inerti sulla strada.

Le indagini cercano ora di comprendere quale possa esser stato il movente dell’omicidio. Interrogando amici e parenti, gli investigatori stanno provando a ricostruire le ultime ore di vita delle vittime. Si cerca in particolar modo di sapere se i due avessero avuto qualche accesa discussione o avessero litigato con qualcuno e se, ancora, avessero instaurato legami di qualsiasi genere con le organizzazioni criminali di Reggio Calabria. Per adesso gli investigatori non escludono alcuna ipotesi.

Gianluca Bartalucci