Scoperti disegni ancora inediti di Leonardo da Vinci

In occasione di Florense 2010, la settimana internazionale dei beni culturali e ambientali, è stata presentata al pubblico ieri in anteprima internazionale, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio di Firenze, la tavola coi disegni dell’opera L’Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci.

Grazie al minuzioso lavoro del professor Maurizio Seracini, dell’Università di San Diego, in California, è stato possibile rendere visibili le figure di un presunto autoritratto di Leonardo, un piede della Madonna, rocce, cavalli e uno scontro di guerrieri, da sotto lo strato pittorico monocromo.

Per Seracini ”questo capolavoro in 500 anni è rimasto come sigillato, dopo che il Vasari l’ha coperto con una muratura. Non ho trovato in questi anni un solo elemento che dimostri il contrario. Quale Paese al mondo non vorrebbe cercare anche un piccolo frammento di Leonardo?”

Ed ha ancora aggiunto: ”E’ il più grande capolavoro che Leonardo ci ha lasciato e c’è, è qui sotto, ma occorrono 2,5 milioni di dollari di finanziamenti per l’ultima fase della ricerca che, tra l’altro, in 35 anni è stata sempre finanziata con soldi non italiani. Lo Stato e la città di Firenze non hanno mai messo un euro” ha detto lo studioso Maurizio Seracini durante la presentazione nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, delle sue ricerche trentennali sulla Battaglia di Anghiari, l’affresco perduto di Leonardo da Vinci che dovrebbe essere celato dietro una parete della sala.

”Spero che Firenze e l’Italia – ha chiuso- capiscano che valorizzare i nostri i beni culturali permette di dare un futuro al nostro passato. Devo dire che il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, ci ha appoggiato fin dall’inizio riconoscendo l’importanza di questo lavoro”.

Martina Guastella