Lucca Digital PHOTO 2010: il festival dell’immagine dedicato alle donne

“Una donna è un paese straniero del quale un uomo non arriva mai a capire fino in fondo i costumi, la politica e la lingua” scrive Coventry Patmore, poeta inglese della metà Ottocento.

E, a quanto pare, sono della stessa idea anche gli organizzatori del Lucca digital PHOTO fest 2010, dedicando la sesta edizione della manifestazione internazionale di fotografia e di video arte, più prestigiosa in Italia, interamente al complesso e variegato universo femminile.

Fotografe, artisti, autrici, icone, le protagoniste della kermesse che, da domani fino al 12 dicembre, animerà la città toscana, trasformandola nel cuore pulsante dell’arte visuale.

Un calendario denso di incontri, workshop e appuntamenti, con diciassette mostre in programma, alcune delle quali in anteprima assoluta.

A partire da The power of immagination, un viaggio onirico attraverso fotografie e installazioni sorprendenti, realizzato dall’ospite d’onore Sandy Skoglund, l’eclettica artista statunitense che, il 27 novembre, riceverà il Lucca Digital Photo Award, al Teatro del Giglio. E ancora Bye bye baby, Marylin, con gli scatti storici di famosi fotografi, come Richard Avedon e George Barris, ad immortalare la carriera cinematografica e la vita privata della Monroe. Not only women. Feminine Icons of our Times, un omaggio alla carriera di Michel Comte, il fotografo svizzero delle celebrità, con una sessantina di ritratti, da Penelope Cruz a Sophia Loren, da Eva Herzigova a Demi Moore.

Inquietudini e fantasmi della mente negli autoritratti intimi e drammatici di Francesca Woodman, giovane fotografa di Denver morta suicida a soli ventidue anni, eros e ironia nelle fotografie colorate a mano, in bianco e nero, di Jan Saudek ne Il Teatro della Vita, spiritualità e umanità nei lavori di Giorgia Fiorio che ha girato cinque continenti alla ricerca del Sacro.

«Non raccontiamo una donna, ma un universo femminile complesso e in evoluzione» ha spiegato Enrico Stefanelli, curatore del festival assieme a Susanna Ferrari e Jessica Di Costanzo.

Un racconto per immagini, dunque, istantanee di luce per catturare, anche solo per un breve istante, tutto il mistero e il fascino dell’essere donna.

Informazioni e programma: www.ldpf.it

Valentina De Simone