“Mediterraneo. Da Courbet a Monet a Matisse” a Genova

Partirà il prossimo 27 novembre a Genova nelle sale di Palazzo Ducale e sarà aperta fino al 1 maggio del prossimo anno l’attesissima mostra dal titolo “Mediterraneo. Da Courbet a Monet a Matisse”, che vedrà esposta una serie di dipinti proveniente da tutto il mondo e appositamente scelti per ricostruire l’atmosfera dei paesaggi del Mediterraneo.

Rivivere le ispirazioni che il Mediterraneo ha infuso in cinque generazioni di artisti, a partire dalla metà del Settecento fino ai primi quattro decenni del Novecento, è l’obiettivo della mostra.

“Mediterraneo. Da Courbet a Monet a Matisse”, sarà curata da Marco Goldin, ed è stata promossa dal Comune di Genova, dalla Fondazione Palazzo Ducale e da Linea d’ombra, con il Gruppo Euromobil dei fratelli Lucchetta in veste di sponsor principale e il supporto anche di Costa Crociere.

“Dipingere il mare, la sua vastità, l’idea che dell’infinito e tuttavia anche della prossimità vi s’inscrive, è cosa – afferma Marco Goldin, curatore della grande mostra – che nel XIX secolo assume una rilevanza difficilmente dimenticabile. Se a nord sono le visioni fortemente spirituali di Friedrich o le tempeste baluginanti e magmatiche di Turner, a sud la costa del Mediterraneo, e naturalmente il suo immediato entroterra provenzale, sono il punto d’incontro di più generazioni di pittori francesi, sicuramente cinque, che dall’ambito del classicismo prima e del realismo poi, si tendono fino alla dissoluzione del colore nella materia mirabile di Bonnard quasi al confine con la metà del XX secolo”.

Fino ad ora sono ben trentacinquemila le prenotazioni registrate ma gli organizzatori puntano già  alle 150 mila presenze: basti pensare che una giornata inaugurale di giorno 27 novembre, sarà protratta dalle 9 del mattino all’una di notte, con biglietto scontato dopo le 17, e arricchita anche da spettacoli e racconti.

Martina Guastella