«Siete neri e non potete salire»: condannato capotreno razzista

È stato condannato a quattro mesi di reclusione, con patteggiamento, il capotreno delle Ferrovie dello Stato originario di Catania ma residente a Verona, che nel novembre scorso aveva rivolto delle frasi razziste nei confronti di due immigrati nigeriani saliti a bordo del treno alla stazione di Padova e costretti a scendere dal convoglio, nonostante avessero entrambi il biglietto regolamerte vidimato.

«Buttate fuori questi neri qua, altrimenti non faccio partire il treno», era stato il poco delicato invito fatto dal capotreno.
A segnalare l’accaduto alla polizia ferroviaria erano stati proprio i due nigeriani. Il capotreno, Giuseppe Cannizzaro, era stato per questo denunciato per discriminazione a sfondo razziale. L’uomo, guiudicato dal gip di Padova Paola Cameran, ha ottenuto la sospensione della pena. I due immigrati, stipati con altri passeggeri nel treno regionale Brescia-Padova, avrebbero subito senza alcun motivo valido l’aggressione verbale da parte del capotreno. «Voi neri non salite sul treno – sono le frasi attribuite a Cannizzaro – non salite sul treno».

Raffaele Emiliano