Tony Parker si confessa

Un vecchio detto dice chi la fa l’aspetti e per Tony Parker deve essere  stato pressapoco così: infatti  non è stato affatto  preso in contropiede quando  Eva Longoria  ha avviato, questa settimana, la pratica  e tutti gli incartamenti per il divorzio. Questo è almeno quello che racconta e riferisce la star sportiva dell’NBA  alla rivista gossipara People.

 

In seguito alle continue notizie prima dichiarate ed in seguito smentite  da Eva Longoria questo sembra essere  l’epilogo di un dramma matrimoniale e che con ogni probabiltà metterà fine a storia d’amore molto seguita dai rotocalchi e che ha avuto un apice con il fidanzamento  nel novembre del 2006 seguito poi dal matrimonio, qualche mese più tardi,   festeggiato  con dei magnifici e spettacolari fuochi d’artificio a Parigi il 7 luglio del 2007.  La cerimonia si  è svolta al Chateau of Vaux le Vicomte, un castello del 17esimo secolo, che si trova  a pochi chilometri di distanza dalla capitale francese e ha avuto luogo esattamente il giorno dopo,  l’8 luglio, con  una breve, intensa e intima cerimonia civile.  Eva ed io abbiamo discusso e trattato la nostra situazione in maniera del tutto privata ed ero convinto  e consapevole che a Los Angeles Eva  avrebbe portato avanti, con una certa rapidità, grazie alla professionalità dei suoi legali,  la  pratica per il divorzio.”

Il 28enne Parker ha anche negato categoricamente il rapporto che evidenziava che lui era ricorso per primo al tribunale per depositare la pratica di separazione da Eva cosa che poi è  rientrare, perché il diretto interessato ha negato dicendo che erano notizie del tutto infondate.   

In una dichiarazione uscita e  fatta circolare dall’ ufficio stampa di Tony Parker emerge che: “

 

Sempre Parker, nel corso della sua dichiarazione fatta trapelare dai suoi addetti e ufficio stampa ha sottolineato “io non ho  presentato, inoltrato e schedato le pratiche per il divorzio in Texas e non ho ingaggiato degli avvocati divorzisti né in  Texas e nemmemo in  California. Abbiamo pianificato e progettato di continuare a mantenere le nostre relazioni  in una sfera privata e lontana dalle indiscrezioni dei rotocalchi.”

 

Maria Luisa L.Fortuna