Denunciano un pappagallo per stalking

Un pappagallo denunciato per stalking. Si, proprio così: due uomini stanchi di sentirsi offesi dalle parole del volatile si sono recati dai carabinieri.

E’ accaduto questa estate a Tarquinia, in provincia di Viterbo, dove un napoletano e  un romano  sono andati in caserma dopo i continui insulti. Stando  alle loro dichiarazioni il pappagallo sarebbe stato addestrato dalla proprietaria a insultare gli inquilini del palazzo.

Le due “vittime” avevano affittato per le vacanze  l’appartamento sottostante il piano dove risiede il bizzarro e simpatico animale. Questo, ogni volta che i due uscivano o rientravano a casa,  sentivano apostrofarsi “terrone” e “ciccione”. Una vera e propria persecuzione secondo i poveri uomini.

Stanchi dei continui insulti si sono recati in caserma per esporre denuncia chiedendo poi  immediati provvedimenti nei confronti del pennuto e della proprietaria. Imbarazzati e stupiti gli inquirenti hanno raccolto le dichiarazioni dei due e avviato, come da protocollo, le indagini.

Non siamo a conoscenza di ulteriori dettagli sulla vicenda e se il procedimento sia approdato in tribunale o meno. Sarebbe infatti curioso sapere se il pappagallo è stato sentito o invitato dagli inquirenti a ripetere in loro presenza  “gli insulti”.

I casi sono due: o realmente la proprietaria ha addestrato il volatile a ripetere “terrone” e “ciccione” ogni qualvolta vedeva qualcuno…o il pappagallo, dotato di straordinaria intelligenza e capacità di linguaggio, …si divertiva a importunare gli inquilini del piano di sotto.

A.C