Home Tempi Postmoderni Scienze

Europeana.eu, il portale europeo di cultura digitale

CONDIVIDI

Europeana.eu è un progetto finanziato dall’Unione Europea ed ha come obiettivo la raccolta e la diffusione di contenuti culturali digitalizzati provenienti dai diversi paesi ed istituzioni Europee.

Ad oggi conta circa 14 milioni di ‘oggetti‘ quali:

Immagini dipinti, disegni, carte geografiche, fotografie e immagini di oggetti museali.

Testi – libri, giornali, lettere, diari e documenti d’archivio.

Audio – musica e parlato da supporti fonografici, nastri, dischi e trasmissioni radiofoniche.

Video – film, notiziari e trasmissioni televisive.

Uno degli spunti più interessanti di Europeana, oltre all’aspetto educativo e di recensione molto importante, che viene eseguito periodicamente e che consente di mettere in connessione tutti i cittadini europei con le diverse realtà culturali del nostro continente è il DNA innovativo e l’assoluta focalizzazione sul laboratorio del pensiero, lo sviluppo di API e quindi di interfacce che consentano di aprire il portale ad altri usi, l’adesione al concetto di web semantico per la ricerca intelligente dei contenuti, la scelta di standard universalmente riconosciuti ed il pubblico dominio.

Non può mancare anche la definizione di Fiere Virtuali che permettano una navigazione remota di tutti questi contenuti storici e culturali. La prima e di recente costituzione è Reading Europe: European culture through the book, uno spazio che permette di ‘leggere’ grazie ad una ‘macchina del tempo’ i diversi percorsi storici in tematiche quali: Religione, Filosofia e Psicologia, Scienze Sociali e Linguistiche, Storia e Geografia, Scienza e Tecnologia, Arte e Letteratura.

Si è costituita anche la European Library che ospita le risorse culturali di 48 Biblioteche Nazionali Europee in 35 lingue. Le risorse che possono essere esplorate virtualmente ma non ordinate e nemmeno acquistate, sono utili soprattutto per chi deve fare molte ricerche, cerca bibliografie e referenze.

Natascia Edera