Fli, Ronchi: “Mai con Pd e terzo polo, serve nuovo centrodestra”

Intervenendo al primo convegno toscano di ‘Futuro e Libertà’ in corso a Montecatini Terme (Pt), Andrea Ronchi ha rassicurato la platea di finiani, dopo le voci circolate nei giorni scorsi in merito a un possibile accordo con l’Udc di Casini e Api di Rutelli, o persino col Partito Democratico. ”Mai con il Pd, mai terzi poli, mai trasformismi, ma ci aspettiamo risposte concrete per fare non un centrodestra ma il centrodestra”, ha gridato dal palco del congresso Ronchi.

Un centrodestra, ha aggiunto, ”che deve riscoprire le sue radici: perché – si è chiesto l’esponente finiano – il silenzio sul massacro dei cristiani nel mondo, dov’è il ragionamento sulla famiglia, sul quoziente familiare. La discontinuità invocata da Fini non è per fare un governo con la sinistra, mai, ma per chiedere a Berlusconi di dare delle risposte sui grandi temi e non di fare campagna acquisti fuori o dentro dal Parlamento. Bisogna rimettere mano a un programma di governo per arrivare alla fine della legislatura e rivincere le elezioni”. Del resto, ha continuato Ronchi, ”le elezioni anticipate sarebbero una follia, un’avventura che l’Italia non può e non deve permettersi”.

Il chiarimento di Ronchi in merito alle possibili alleanze elettorali ha fatto seguito all’intervento del coordinatore regionale di Fli Angelo Pollina, che dal palco gli ha ribadito che mai, in Toscana, il partito del presidente della Camera potrà essere alleato con la sinistra.

Ronchi ha risposto che questo è ”un paletto imprescindibile ma non vuol dire che non discutiamo”.
”Come ha detto Fini, noi – ha spiegato ai giornalisti il rappresentante di ‘Futuro e Libertà’ – non abbiamo paura delle elezioni, ma le elezioni, in questo Paese, anche in questo momento di crisi economica, non servono”. Al contrario, secondo Ronchi, ”serve un governo in grado di realizzare quelle grandi riforme che servono al Paese. Non è il momento di fughe in avanti, è il momento della responsabilità. In questa parola sta tutta la nostra strategia”.

A Montecatini Terme non è, però, solo un giorno di festa per ‘Futuro e Libertà’. Di fronte al centro ‘Le Panteraie’ che ospita il convegno regionale, è in corso infatti un presidio di alcuni militanti di ‘La Destra’ che, con bandiere e striscioni con scritte come ”Finiani da camerati a camerieri” e “Finiani da Predappio a Montecarlo”, contestano l’appuntamento al quale si trovano riuniti gli ‘ex fratelli’.

”Noi liberali – ha commentato il coordinatore regionale di Fli Angelo Pollina – non andremmo mai a manifestare di fronte a un convegno di altri”. ”Siamo un partito che sta nel centrodestra, le ipotesi di alleanze con il centrosinistra sono bufale. Siamo nel centrodestra ma vogliamo un centrodestra diverso, che dialoghi, discuta e non urli. E non accettiamo piu’ candidati calati dall’alto”, ha concluso il numero uno di Fli in Toscana.

Raffaele Emiliano