Francesco Renga: “Un giorno bellissimo” e una canzone per X Factor

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:44

Dopo Orchestraevoce, album di cover di classici italiani degli anni ’60 che ha raggiunto le 100mila copie, Francesco Renga torna in scena, e lo fa con un disco di inediti.

“Un giorno bellissimo”, questo il titolo dell’album in vendita nei negozi di dischi a partire da giorno 23 novembre, conterrà 12 nuovi brani, ed è stato già presentato dal vivo, in diretta da una cantina della Franciacorta e trasmesso in cinema 3D.

Un disco che, sotto etichetta della Universal, è sicuramente una scommessa dopo l’album di cover, e che metterà Renga a dura prova: «Farmi spaventare da un disco di inediti? Proprio no. Credo che spaventi molto di più la mia casa discografica, quello sì. E che siano preoccupati, me ne accorgo quotidianamente».

Il problema della pirateria, del resto si sa, accomuna tutti i cantanti che dopo mesi di lavoro fanno uscire un nuovo disco, alla luce della crisi del momento del mercato discografico. «Per quanto riguarda il download illegale, credo che la cosa non sia assolutamente risolvibile, se non alla fonte – commenta Francesco Renga – tutti gli esperimenti che sono stati fatti per arginare la pirateria non hanno funzionato perché semplicemente non possono funzionare. Come sempre, e purtroppo, la scelta è politica. Bisognerebbe capire se a qualcuno interessa davvero salvare questo mercato e tutelare gli artisti e chi lavora nell’indotto. C’è un web che è destinato a diventare sempre più cosa pubblica e gratuita: nella democrazia del web dev’essere tutto a portata di tutti, sempre fruibile in ogni momento e gratis. A fronte di questa cosa, però, ci sono grandi centri di potere economico che invece lucrano tantissimo. Ai provider bisogna dire: attraverso il tuo segnale passa un sacco di roba che tu non hai pagato? Un euro del tuo business lo devi allocare alla musica, ai libri, ai cinema, alla Siae… non succederà mai, lo so. Però sarebbe giusto così».

Intanto proprio nel giorno in cui “Un giorno bellissimo” sarà in vendita, Davide di X Factor canterà un brano scritto da Renga alla finale del talent show, formula da cui Renga ha sempre preso le distanze.
«Questa è una cosa che mi preoccupa molto – ha detto – Giuro che è stato perché me l’ha chiesto il presidente della Sony, che è un amico bresciano. E non è una canzone che io ho scritto proprio per quest’occasione… Lo so, che diventa quasi un mio avallo al sistema. Posso dire che il programma non l’ho sentito, ma Davide è un ragazzino a posto, nonostante i suoi 17 anni. Con una vocalità che potrà dargli soddisfazioni e che gli fa interpretare il pezzo in maniera giusta. E i brani di Francesco Renga – dice scherzando – non li possono cantare mica tutti, no?».

Martina Guastella

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!