Lino Banfi: martedì la sua fiction, scampato pericolo Saviano


La nuova fiction di Lino Banfi andrà in onda domenica 21 e martedì 23 novembre.

Tutti i padri di Maria, che segna il ritorno sugli schermi dell’attore nelle vesti di un bonario nonnino, non subirà, quindi, la tanto temuta concorrenza di Vieni via con me, programma record di ascolti condotto da Fabio Fazio e Roberto Saviano.

Che sia un temibile nemico anche l’indistruttibile macchina da guerra del Grande Fratello ha dovuto impararlo a sue spese, ma che il programma catturasse in prima serata quasi 10 milioni di telespettatori, era un risultato non esattamente preventivato.

Così, annunciate le date di messa in onda di Tutti i padri di Maria, Banfi aveva rivolto una sorta di appello ai dirigenti: la seconda puntata della fiction era prevista per lunedì, giorno di Vieni via con me, e l’attore definiva la battaglia persa in partenza. “Non posso combattere contro Saviano, dove vuole andare pure Celentano, gratis! Posso essere forte ma sono un cannoncino contro navi da combattimento”, aveva dichiarato, mentre il direttore di Raiuno, Mauro Mazza, si diceva più che fiducioso, “Con Banfi posso combattere anche Raitre”.

Le preoccupazioni del primo attore hanno però convinto i dirigenti, che hanno spostato la seconda puntata della serie a martedì: a quanto pare sono in molti a giudicare X Factor 4 un nemico poco temibile, nonostante la prossima puntata sia quella conclusiva.

A contrapporre la messa in onda del programma di Fazio e co., una replica de Il commissario Montalbano, che riesce comunque a registrare ascolti dignitosi pur risultando, a conti fatti, un semplice tappa buchi.

Banfi sarà di nuovo nonno, ma solo per la fiction che andrà in onda dalla prossima domenica: sembra che l’attore sia uscito definitivamente dal cast di Un medico in famiglia. Capitolo chiuso per ora, come spiega lo stesso ex nonno Libero: “Mi hanno proposto di fare una o due puntate ma ho preferito rifiutare. Lascio aperta la possibilità di tornare, se me lo dovessero proporre fra qualche anno”.

Carmine Della Pia