Zubin Mehta: “Sgravi fiscali a chi investe nel teatro”

In occasione della presentazione della nuova stagione del Maggio Musicale Fiorentino, il direttore artistico Zubin Mehta ha sottolineato l’importanza e la necessità di una legge che garantisca sgravi fiscali ai privati che vogliano investire nella programmazione dei teatri lirici italiani.

«Non è un problema solo del governo italiano – ha dichiarato Mehta – dovrebbero adottare questa misura anche in Spagna e Francia. In America questi sgravi, in vigore da decenni, hanno portato grandi artisti a lavorare negli Usa».

Nonostante il momento di crisi dell’intero settore a causa dei tagli alla Cultura, quest’anno la programmazione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino sarà più lunga, per la prima volta nella sua storia durerà dodici mesi, e ricca di importanti appuntamenti.

Dodici titoli d’opera, dodici di balletto, oltre cinquanta concerti fra stagione, festival e trasferte che, a gennaio e novembre 2011, riguarderanno tutta l’Europa, compreso il prestigioso Musikverein di Vienna, e che a marzo toccheranno la Cina, Taiwan, l’India e la Russia, per un totale di trentuno serate in undici Paesi diversi.

Tante anche le novità in programma, a partire dall’inaugurazione, il 28 aprile 2011, della 74° edizione del Festival, con un nuovo allestimento dell’Aida di Giuseppe Verdi che vedrà il debutto di Ferzan Ozpetek come regista d’opera, sotto la guida del Maestro Mehta che, in autunno, affronterà per la prima volta nella sua carriera L’affare Makropulos e che dirigerà, nel corso della stagione, sette serate sinfoniche e tutte le tourne’e.

Valentina De Simone