Maroni e Guzzanti nella terza puntata di “Vieni via con me”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:12

Vieni via con me“, il fortunato programma televisivo targato Fazio-Saviano, giunge stasera alla sua terza e penultima puntata. Dopo una settimana di grandi polemiche e di indici puntati contro il monologo pronunciato lo scorso lunedì dall’autore di “Gomorra” (che ha parlato della stretta connessione tra la criminalità organizzata e la politica che al Nord si traduce in un rapporto stretto con la Lega), il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, darà voce oggi alla sua “replica“.

Una replica in pieno stile “Vieni via con me“, che non prevederà dunque un contraddittorio con lo scrittore campano (come in un primo momento chiesto dal leghista), ma consisterà in un elenco da snocciolare in tre minuti in cui, con ogni probabilità, il ministro parlerà dei successi centrati negli ultimi due anni dal governo nella lotta alla criminalità organizzata. Un  elenco per parlare di quella che lo stesso Maroni, nel giorno dell’arresto di Antonio Iovine, ha definito “l’antimafia del fare“.

E non è tutto perché la terza puntata del programma di Rai3 proporrà anche un ghiotto ritorno in tv, quello di Corrado Guzzanti che – nonostante non sia stato colpito dall’editto bulgaro scandito parecchi anni fa da Silvio Berlusconi; quell’editto che confinò fuori dalla televisione Michele Santoro, Enzo Biagi e Daniele Luttazzi – è sempre stato considerato una presenza “pericolosa”. Soprattutto per il piccolo schermo. L’attore (figlio del parlamentare Paolo e fratello della regista-attrice Sabina) non ha lasciato trapelare alcuna notizia sul suo intervento di stasera.

Di più: per garantire la massima segretezza, Corrado Guzzanti ha chiesto e ottenuto dalla produzione di non provare negli studi in cui “Vieni via con me” andrà in onda, ma all’interno del suo camerino, alla presenza degli autori del programma. Una modalità anomala, a cui il comico romano ha chiesto di far ricorso per evitare fughe di notizie.

A completare il menu della terza puntata, ci saranno poi gli elenchi vergati da Andrea Camilleri (e letto con ogni probabilità da Luca Zingaretti) e Carlo Freccero e l’attesissimo monologo di Roberto Saviano che questa sera fornirà la sua istantanea sull’emergenza rifiuti a Napoli.

Maria Saporito