Polonia: inaugurata la statua di Cristo più alta del mondo

Swiebodzin, Polonia, 22 novembre. E’ stata inauguarata ieri la statua di Cristo più alta del mondo, più grande addirittura di quella di Rio de Janeiro.

La cerimonia si è tenuta a Swiebodzin, una cittadina nel Nord-Ovest della Polonia. La statua è stata costruita  su iniziativa di un parroco locale, una cosa che in Italia probabilmente non potrebbe mai avvenire, perlomeno con la stessa dinamica. Le polemiche bloccherebbero sul nascere una costruzione così imponente,  ma anche la Polonia non si è salvata da ferventi discussioni.

“Non sono mai stato così felice prima d’ora. E’ il coronamento della mia vita sacerdotale. mi sento ispirato dal Signore, e oggi lo ringrazio per avermi permesso di fare la sua volontà”,  dichiara il reverendo Zawadzki”, il religioso 78enne che ha così fortemente voluto la statua. C’è chi sta con lui e il Cristo alto 36 metri lo rende orgoglioso di appartenere alla comunità su cui la rappresentazione del figlio di Dio vigilerà d’ora in poi, c’è anche però, chi invece non si capacità. Troppo grande, rispetto al panorama forse e per giunta la statua poggia su una collinetta.

In ogni caso le proteste maggiori sono di tipo economico. Troppi soldi spesi per realizzarla, in un momento storico in cui certo non si può dire che l’economia mondiale sia fiorente. La cittadina polacca, inserita in un distretto urbano-rurale, copre una superficie di 227 km quadrati,  e conta circa 30.000 abitatni. La statua del Cristo Re, oportunamente dotato di corona dorata, supera in altezza anche  quella del Corcovado di Rio, il noto Cristo a braccia aperte che troneggia sull’orlo di un crepaccio in Brasile, alta effettivamente 38 metri ma otto dei quali sono di piedistallo. Fino a ieri la più alta dell’intero pianeta.

L’imponente opera d’arte potrebbe generare un flusso di turismo internazionale di grandi dimensioni, contribuendo alla crescita economica della cittadina e dell’intera Regione.

A.S.