Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Il satellite spia statunitense che fa la storia

Il satellite spia statunitense che fa la storia

Partendo dal presupposto che si tratta di un’operazione segreta e di conseguenza sono trapelati pochissimi dettagli: si sa di sicuro, secondo quanto raccolto dalla stampa americana, che l’esercito degli Stati Uniti ha  lanciato il più grande satellite spia del mondo.

In un comunicato rilasciato dalla United Lauch Alliance (ULA) si è segnalato che il satellite chiamato  NROL-32  è stato inviato con pieno successo, tramite un razzo Delta IV, domenica scorsa 21 novembre, dalla base missilistica militare di Cape Canaveral.  E si è saputo, ulteriormente, che l’NROL-32 è un satellite geo – stazionario la cui missione è quella di dare appoggio e salvaguardare  la difesa nazionale.

È il quarto lancio di un Delta IV Heavy, il razzo con la maggiore  capacità di carico utile in servizio attualmente. Il satellite porta  una grande antenna  che capta segnali per lo spionaggio elettronico e lo  trasforma,  nello spazio, nel  più grande dei  satelliti messi in orbita.

Il direttore dell’Ufficio Nazionale di Riconoscimento l’NRO, Bruce Carlson, in un discorso pronunciato lo scorso settembre,  ha avanzato l’ipotesi che il Delta IV, potrebbe diventare ‘il più grande   satellite  del mondo’.   

La NRO è una delle  diciassette  agenzie dell’intelligence che gli Stati Uniti possiedono  e la sua missione  principale è quella di mantenersi all’avanguardia con le ultime  tecnologie spaziali   e  vigilare e monitorare sempre al top qualsiasi situazione si venga a presentare.

Secondo quanto  indica nella sua pagina web, l’agenzia NRO  ha l’incarico di progettare, costruire  ed operare con  i satelliti   riconosciuti dal governo degli Stati Uniti facilitando in questo modo tutti i  servizi di  intelligence  e cooperando con  i vari satelliti in orbita di cui hanno bisogno sia l’ Agenzia Centrale di  Intelligence (CIA) sia il Dipartimento di Difesa Americano

Maria Luisa L.Fortuna