Home Notizie di Calcio e Calciatori

Inter: tre giornate per Eto’o, tornerà nel 2011

0
CONDIVIDI

È arrivata in mattinata la decisione del giudice sportivo per la squalifica di Samuel Eto’o: al camerunense vanno tre giornate di squalifica e 30mila euro di multa per la testata rifilata a Cesar, difensore del Chievo, con l’aggravante dell’aver simulato di ricevere un forte colpo in volto prima di rispondere. L’Inter ha già annunciato che ricorrerà in appello per contestare la squalifica.

Le motivazioni del Giudice Tosel sono chiaramente spiegate nel suo rapporto:  “il riprovevole gesto compiuto dal calciatore nero-azzurro integri gli estremi di quella “condotta violenta” che, per consolidato orientamento interpretativo, è connotata dall’intenzionalità e dalla potenzialità lesiva: palese è infatti il preordinato intento di colpire l’avversario e parimenti evidente è l’energia impressa al colpo inferto.” Per quanto riguarda invece il precedente scontro avvenuto tra i due giocatori così si pronuncia il giudice: “tale comportamento è stato insindacabilmente valutato dal Direttore di gara ne consegue l’irrilevanza della documentazione prodotta, se non sotto il profilo di un rapporto meramente occasionale con la condotta violenta di cui successivamente si è reso responsabile il calciatore Eto’o“.

Con questa sentenza Eto’o si troverà a saltare tre gare che erano fondamentali per l’Inter per riprendere la corsa verso i primi posti e tornerà a disposizione per il 2011 dato che mancano quattro gare ancora alla fine dell’anno e una di queste, Inter-Cesena, la squadra di Benitez la recupererà il 19 di Gennaio essendo impegnata nel Mondiale per Club. Le altre partite che Eto’o salterà saranno Inter – Parma del 28 Novembre, Lazio-Inter del 3 Dicembre e Fiorentina – Inter del 19 Dicembre: tornerà a disposizione per Inter-Napoli del 6 Gennaio. Dovrà, quindi, Benitez sperare nel recupero di Milito o affidarsi a qualche altro espediente per risolvere la problematica attacco: inoltre la perdita di Coutinho, fuori fino a fine anno, non fa bene in questo momento.

Un gesto che sicuramente ha rievocato quello di Zidane alla finale dei Mondiali 2006 contro l’Italia, ma che stavolta aveva sicuramente meno cattiveria nonostante fosse stata un’azione del tutto gratuita – Zidane infatti replicò ad un’offesa diretta. Risulta sicuramente un episodio atipico che sconvolge, soprattutto alla luce della bontà che stava dimostrando in campo il camerunense, da sempre ritenuto giocatore leale e molto sportivo. Probabilmente la rabbia del non riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati e un inizio di stagione non troppo entusiasmante hanno condizionato la psiche del giocatore che ha dovuto sfogarsi in qualche modo.

Eto’o sarà comunque disponibile in Champions League per le due ultime gare, di cui la prima domani contro il Twente: sarà a disposizione anche, ovviamente, per la trasferta del Mondiale per Club, che inizierà nei primi giorni del mese di Dicembre.

Mario Petillo