L’Istat: italiani sempre più vicini alla tecnologia

Quello tra gli italiani e la tecnologia è un rapporto che si fa sempre più stretto. Ad affermarlo è l’Istat, che ha raccolto i dati in questione nell’Annuario Statistico Italiano 2010.

I dati diffusi dall’Istituto nazionale di statistica rivelano una crescita nel numero degli italiani sopra i tre anni utilizzatori di un computer (51% contro il 47,5% del 2008), allo stesso modo coloro i quali hanno un’età superiore ai sei anni risultano sempre più presenti nel mondo del web (il 48,9%, 44,4% due anni fa). Sempre in base all’indagine dell’ente di ricerca pubblico, la fascia d’età nella quale si registra il maggiore utilizzo degli strumenti di nuova tecnologia è compresa tra i 15 e i 17 anni, con un picco che raggiunge il 91,7%. Si tratta di un trend che coinvolge anche i meno giovani. Tra gli over 65, infatti, si nota un 13,7% contro il 9,9% di dodici mesi fa, mentre sopra i 75 anni, il solo 2,7% va d’accordo con le nuove tecnologie.

Sotto il profilo geografico è il Nord che con il 55% della popolazione (utilizzatrice di un terminale) conferma di essere il territorio maggiormente a contatto con la new technology, il Centro (53,1%) precede il Mezzogiorno (44,6%). Nello specifico, il tutto viene confermato se si osservano i numeri relativi all’utilizzo dei servizi Internet, rispettivamente 52,6%, 51,3% e 42,7%. Infine, appare ormai un’esigenza comune il telefono cellulare, in possesso dell’87,7% dei residenti al Nord, del 90,4% di quelli del Centro e dell’84,7% di coloro che vivono al Sud.

Mauro Sedda