Home Spettacolo Gossip

Nancy Brilli : mamma per miracolo

CONDIVIDI

“Sono testimone di un sogno realizzato. Sono sterile al 90%” ha detto Nancy Brilli intervenendo a Verissimo qualche giorno fa. Parlando di fecondazione assistita ha rivelato di essere affetta da un’endometriosi diagnosticata troppo tardi, ma grazie alla fecondazione guidata è riuscita a diventare mamma di suo figlio Francesco concepito al primo tentativo.

 Quando ha saputo di essere, praticamente, sterile, non ha esitato un attimo a ricorrere a metodi alternativi e, dopo una dolorosa stimolazione ormonale, è riuscita a coronare il suo sogno di maternità.

 “M’innervosisco quando leggo sui giornali di mie presunte gravidanze, poiché non è possibile” aggiunge l’attrice romana. Riferendosi alle gravidanze in età matura, come il caso di Gianna Nannini, ha detto di non essere d’accordissimo sulle mamme in età avanzata perché occorre molta energia per allevare un figlio e perché, essendo orfana, so cosa significhi crescere senza genitori. Una donna che diventa mamma a 60 anni può essere bellissimo, ma bisogna pensare che dopo solo dieci anni ne avrà 70, speriamo che viva almeno fino a 120 anni, allora.

 Nancy ha raccontato che a 20 anni non ci pensava proprio a diventare mamma, il suo unico pensiero era di vivere serenamente, ma poi avrebbe voluto molti bambini, ma non è stato possibile.

 Di natura schietta, Nancy Brilli ha spesso parlato di sé, raccontando anche le esperienze personali che hanno segnato la sua vita. Qualche tempo fa  ha confessato al settimanale Gente di essere costretta a  portare la parrucca a causa di una capigliatura debole e ingestibile, conseguenza di tante sofferenze infantili, tra cui l’aver perso la mamma in tenera età. Ha ammesso di essere stata una ragazzina difficile e invidiosa della felicità delle sue coetanee. Aiutata da uno psicoterapeuta, è riuscita a superare il problema.

 La vedremo presto al cinema perché Nancy Brilli sarà una wedding planner nel film “A Natale mi sposo” in uscita il 26 novembre e vestirà abiti in cashmere di superlusso firmati da una nota stilista italiana. Insieme a lei, nel film, anche Elisabetta Canalis.

Cosmo de La Fuente