Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Sequestro lampo in Sardegna

CONDIVIDI

Ritorna l’incubo ‘sequestri’ in Sardegna. Marcella Pau, 49 anni, era stata prelevata dalla sua abitazione da almeno due persone mentre rientrava a casa a bordo della sua auto.  Il fatto è avvenuto intorno alle ore 19,50 di lunedì in località Maiorca, una frazione di Budoni, in provincia di Olbia-Tempio.

Marcella è moglie di Tonino Braccu, 52 anni, consigliere provinciale del Pdl, che in passato ha ricoperto incarichi amministrativi nel comune di Budoni,  titolare di un’agenzia di pompe funebri e di un negozio di fiori. Pare che i malviventi volessero effettuare una rapina poi finita male.

I rapitori sono stati individuati dai Carabinieri in un casolare. La ricostruzione degli Agenti della compagnia di Siniscola non è ancora completa: secondo una prima ricostruzione, le grida della donna hanno richiamato l’attenzione dei suoi figli all’interno della casa, Laura di 14 anni e Manuel, quest’ultimo, al volante della sua auto, una BMW, si è lanciato all’inseguimento della banda e avrebbe persino speronato, in località Nuditta, l’auto a bordo della quale viaggiavano la mamma e i sequestratori.

Fermatisi le  vetture, due degli uomini della banda sono usciti dal loro mezzo trascinando via la donna. È stato grazie all’intervento del figlio che le pattuglie dei Carabinieri sono arrivate in tempo sul posto. In strada è avvenuto il primo arresto di uno dei malviventi nascosto nell’auto. Nel frattempo molti uomini dell’Arma dei Carabinieri si sarebbero mobilitati nel circondario seguendo il loro piano antisequestro.  

Dopo circa due ore la donna è stata trovata legata e abbandonata tra i cespugli. Non lontano dal posto del ritrovamento della donna, all’intero di un capannone in cui si lavorava il marmo, sono stati bloccati i proprietari del deposito, Pierpaolo e Giacinto Costa di 40 anni, fratelli gemelli, risultati essere i due sequestratori mancanti, entrambi di Budoni.

Il sequestro  malgrado sia durato poco, sarà sicuramente ricordato da Marcella Pau come le ore più lunghe della sua vita.

Nei confronti della famiglia Braccu già alla metà di agosto avevano ritrovato, in un loro negozio, un falso ordigno mentre un altro, reale, sarebbe stato ritrovato sull’auto del figlio Manuel.  La pista politica, in ogni caso, sarebbe in secondo piano per gli inquirenti.  Secondo gli investigatori si tratterebbe solo selle conseguenze di una rapina non portata a termine.

Il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, ha fatto l’elogio all’Arma e a tutte le forze dell’ordine per il tempestivo intervento.

Cosmo de La Fuente