Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

Marcegaglia: l’Italia non è l’Irlanda

CONDIVIDI

“L’Italia è in una condizione diversa da Grecia e Irlanda: abbiamo un rapporto tra deficit e Pil al 5%, più basso della media europea che è al 6%, abbiamo una bilancia commerciale positiva e il risparmio delle famiglie”.

Così la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia nel suo intervento alla presentazione della Fondazione per Roma 2020.

“È evidente però – ha aggiunto – che queste tensioni aumentano il rendimento chiesto anche all’Italia e rischiano di creare problemi alla crescita che deve tornare. Auspico che l’Europa trovi un accordo veloce e si impongano una serie di manovre all’Irlanda per rientrare nel suo deficit senza però ammazzare il Paese”.

Per la leader degli industriali italiani deve prevalere una “logica complessiva. Non devono prevalere i nazionalismi”.

A proposito dei giochi olimpici del 2020, la Marcegaglia ha rimarcato come questi possano rappresentare un’opportunità che può riavviare l’economia e modernizzare il paese, spingendo il Pil a crescere di almeno un punto.

Occorre “lavorare tutti insieme” con il fine di “partecipare e vincere alla selezione per la città che ospiterà le Olimpiadi del 2020”

Abbiamo un’opportunità straordinaria per fare infrastrutture per il Paese. Vogliamo lavorare molto come Confindustria e come imprese perché si può fare molto. Insieme possiamo dare un colpo di reni che ci consente di andare avanti. Stiamo vivendo un momento difficile per l’economia e l’instabilità politica, ma siamo un grande Paese e, se lavoriamo tutti insieme, pubblico e privati, c’è spazio per noi, per le nostre merci, la cultura, la capacità di attrarre investimenti”.

E, rinnovando l’invito al sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, ad assumere la carica di presidente del comitato promotore per la candidatura della Capitale alle olimpiadi, ha detto:  ”E’ vero che è importante partecipare ma bisogna cercare di vincere e in questo senso le qualità di Gianni Letta possono dare un contributo fondamentale”

Alla cerimonia erano presenti anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno ed il ministro Paolo Romani.

Marco Notari