Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Napoli, ancora 3000 tonnellate di rifiuti sulle strade

CONDIVIDI

Com’era prevedibile, ci si è messa anche la pioggia. E così, dopo più di una giornata di precipitazioni copiose e ininterrotte, tutti i monti d’immondizia che occupavano i lati delle strade di Napoli e provincia si sono tramutati in cumuli di melma. Con la quantità totale di rifiuti che, giorno dopo giorno, cresce in maniera inarrestabile. Si stima che l’immondizia riversata nelle strade del napoletano ammonti al momento a circa 3000 tonnellate.

La situazione è sempre più grave. Si comincia a temere per la salute dei cittadini. In tal senso, il ministro della salute Fazio ha rassicurato gli abitanti, dicendo che – per adesso – non si deve gridare all’allarme igienico-sanitario. Ma l’ordine dei medici del capoluogo campano probabilmente non la pensa così, dal momento che ieri ha organizzato un vertice con le Asl della zona per mettere a punto un piano d’emergenza contro il rischio di epidemie.

Il capo degli ispettori UE, Pia Bucella, ha ribadito che la soluzione definitiva al problema si avrà solo quando la città di Napoli comincerà seriamente a fare “uno sforzo per la differenziata”. “I fondi per la Campania”, ha aggiunto la Bucella, “erano stati bloccati perché due anni fa, nel momento del caos dei rifiuti, ci è sembrato che non vi fossero garanzie che quei soldi venissero utilizzati al meglio ma i fondi sono sempre lì. Non appena il piano di gestione regionale dei rifiuti sarà adottato e funzionante, i fondi verranno liberati. Vogliamo essere solo sicuri che verranno spesi correttamente”.

Sull’idea di incentivare la raccolta differenziata è d’accordo Rosa Russo Iervolino, sindaco di Napoli, la quale afferma: “Come Comune avanzeremo delle proposte ai cittadini, considerando che Governo ed istituzioni locali non ci aiutano”. Anche se, sostiene sempre il sindaco, neanche un incremento della differenziata rappresenterà una soluzione definitiva al problema, “finché non si sciolgono i grandi nodi, le discariche”.

Non è più il momento di temporeggiare. Sono circa 3000 le tonnellate di rifiuti – e fango – disseminate lungo le vie della città e dei comuni della provincia. In alcune zone della città, come quella di Calata Capodichino, le condizioni delle strade destano molta preoccupazione.

Gianluca Bartalucci