Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

De Benedetti al 44,42% di M&C, scatta l’Opa obbligatoria

0
CONDIVIDI

Carlo De Benedetti rileva il 16,87% del capitale di Management & Capitali da Tamburi Investment Partners e Secontip, pari a 80 milioni di azioni ad un prezzo di 0,215 euro per azione, pari ad un controvalore di 17,2 milioni di euro.

L’acquisto fa scattare l’obbligo di Opa ad un prezzo di 0,215 euro, a premio del 13,7% rispetto al prezzo ufficiale del titolo registrato ieri, del 24,7% rispetto al prezzo a tre mesi, del 39,3% a sei mesi e del 50,8% rispetto al valore del titolo a inizio 2010.

Con l’operazione appena chiusa, infatti, che si perfezionerà il 21 dicembre, De Benedetti arriva al 44,42% di Management e Capitali dall’attuale 27,55% detenuto attraverso la controllata Romed, e con l’Opa obbligatoria sui rimanenti 263 milioni di titoli potrà superare la soglia del 95%.

Superando tale soglia, l’ingegnere potrà delistare la società, ma se con l’Opa la sua quota si assesterà tra il 90 e il 95% del capitale De Bendetti ripristinerà il flottante sufficiente ad assicurare il regolare andamento delle negoziazioni.

Le società Tip e SeconTip di Gianni Tamburi avevano acquistato le azioni al prezzo medio rispettivamente di 0,15 euro e 0,1228 euro: con la cessione dei titoli a 0,215 euro potranno realizzare plusvalenze per il 43,3% e il 75,1%.

L’accordo sembra ravvicinare i due imprenditori dopo un anno di “dissidi finanziari”.

Nella primavera del 2009, quando Romed annunciò lo scioglimento in anticipo del patto di sindacato di M&C firmato con la SeconTip, i rapporti tra Tamburi e De Benedetti registrarono, infatti, una brusca rottura, tanto che nell’estate dello stesso anno furono lanciate tre Opa su M&C.

Prima Mi.Mo.Se. di Segre, non sgradita all’ingegnere, lanciò una prima offerta pubblica d’acquisto a 0,11 euro per azione. Subito dopo Tamburi ne lanciò una sua a 0,12 euro. Poi Modena Capitale a 0,14.

Nessuna delle tre andò in porto e solo ora M&C vede un’ offerta concreta.

Marco Notari