Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Protesta scuola, Beppe Grillo: “Colpa dei politici, degli ipocriti”

CONDIVIDI

beppe grillo

Non poteva non dire la sua Beppe Grillo sulla protesta studentesca che sta coinvolgendo scuole e facoltà universitaria di tutta Italia. Il comico non ha dubbi sui colpevoli: sono tutti quei politici, di destra, sinistra  e centro che ora, ipocritamente, dicono di stare dalla parte di chi si oppone alle iniziative del governo Berlusconi in materia di istruzione e ricerca. Da Vendola a Fini, da Casini alla Bindi, il comico genovese non salva nessuno.

“Gli studenti e i ricercatori che protestano sui tetti – scrive Beppe Grillo sul suo blog – stanno ricevendo le visite dei politici. Signori che vanno per i sessanta salgono le scalette con baldanza giovanile e il sorriso degli italiani in gita. La protesta dei ragazzi è diventata per loro una passerella. Il giornale moderato evidenzia il sigaro sbilenco di Bersani, il progressista l’orecchino di Vendola. C’è già la coda all’inizio della scaletta, Veltroni si sta allenando, non vede l’ora, ma anche Casini, la Bindi, persino Fini vogliono cimentarsi nella prova solenne dell’arrampicata. E’ un modo elegante per prendere confidenza con i tetti dai quali si leveranno in volo gli elicotteri per portarli in salvo al prossimo default. Una prova generale”.

Per Grillo, la soluzione ai problemi dell’istruzione italiana sarebbero risolvibili se i politici rinunciassero ai loro enormi privilegi: “I ricercatori sono spaesati, presi in controtempo. “Gli scalatori che portano la loro solidarietà non sono forse gli stessi che vivono di politica da trent’anni, proprio nel periodo in cui la scuola pubblica è stata distrutta?“. Gli assassini e i politici si recano sempre sul luogo del delitto. Se fossi al posto dei ricercatori sui tetti farei una domanda al politico di turno: Perché il tuo cazzo di partito, che insieme agli altri prende un miliardo di euro di finanziamenti pubblici gabellati per rimborsi elettorali non ha destinato questi soldi alla Ricerca?. La risposta, dai tempi di Craxi e dei democristiani, per arrivare a Castelli e D’Alema è sempre stata che “La politica ha un costo“. Se così è, se la paghino da soli”.

G. M.