Roma, sequestro per un milione di giocattoli pericolosi

Circa un milione di giocattoli ritenuti pericolosi è stato sequestrato a Roma dalla guardia di finanza di Ostia. Il sequestro è avvenuto nel corso dell’operazione denominata ‘Natale sicuro’, la quale ha individuato una ‘filiera’ di giocattoli non a norma che stavano per essere messi in commercio. Le 16 perquisizioni effettuate dagli uomini delle Fiamme Gialle hanno portato all’arresto di 14 persone di nazionalità cinese.

La Guardia di Finanza stava indagando sull’intera organizzazione dal mese di ottobre. L’inchiesta era partita a seguito dell’intercettazione di operazioni illecite che avevano l’obiettivo di introdurre nei mercati legali giocattoli in arrivo dalla Cina e dotati di marchio di garanzia ‘Ce’ contraffatto. Tra tutti questi giocattoli, che stavano per essere messi in commercio normalmente senza aver superato alcun test di idoneità, c’erano pistole giocattolo, peluche e bambole alla plastilina.

Nell’ultimo mese, una serie di controlli effettuati a Ostia e in altri negozi del litorale romano aveva fatto emergere un grande numero di giocattoli illegali. Successivamente, tramite la documentazione contabile gli uomini delle Fiamme Gialle sono riusciti a risalire al vertice dell’organizzazione di importazione dei prodotti taroccati.

Poi l’operazione si è avviata alla conclusione. I militari, su delega dell’autorità giudiziaria, hanno effettuato le necessarie perquisizioni e hanno sequestrato tutto il materiale (stimato in un milione di unità), ritenuto “potenzialmente pericoloso”. Questi giocattoli, la cui effettiva pericolosità verrà certificata da future perizie, stavano per essere venduti in occasione delle prossime feste natalizie.

Gianluca Bartalucci