Caduta dei capelli: incubo di ogni uomo

Una delle paure maschili è sicuramente quella di diventare calvi, paura che talvolta porta a gesti di estremo attaccamento ai pochi capelli rimasti, puntualmente acconciati e sistemati in malo modo nel tentativo di suggerire il ricordo della folta chioma di un tempo. Nei casi di ormai palese calvizie è bene rassegnarsi e radere tutto, compresi quei pochi e confortanti ciuffetti. Tuttavia bisogna precisare che la caduta dei capelli è un fenomeno più che normale che riguarda tutti, si perdono addirittura dai 50 ai 100 capelli al giorno con un considerevole aumento della media nei cambi di stagione. La preoccupazione deve arrivare solo se ci si accorge di perdere più di cento capelli al giorno, certo non è possibile contare quanti ne rimangono sul cuscino e quanti invece attaccati ai vestiti ma con un po’ di attenzione è facile notare se la media di capelli caduti è aumentata.

Ma quali sono le cause? Oltre al cambio stagionale sono altre le cause che possono provocare l’aumento della caduta dei capelli, la più comune è quella psicologica; lo stress, il nervosismo e l’ansia sono i fattori principali di questo problema. Anche un’alimentazione povera di vitamine e proteine può essere motivo di perdita dei capelli. Per avere una chioma folta e brillante è infatti necessario nutrire a dovere i capelli non solo con prodotti specifici quali shampoo o balsami ma soprattutto con i cibi. Per la crescita sono indispensabili le proteine, il ferro, il rame e il calcio mentre per il mantenimento è importante un’alimentazione ricca di vitamine A, B e C.

Queste precauzioni e accorgimenti si rivelano inutili nel caso di caduta di capelli dipendente da fattori genetici (alopecia androgenetica), in questo caso è bene ricorrere a prodotti farmaceutici specifici in grado di contrastare l’avanzare del disturbo.

Cari uomini non allarmatevi troppo se i capelli iniziano a diradarsi, la soluzione più efficace spesso è quella più semplice basta un week-end rilassante e una sana alimentazione.

Valentina Bauccio