Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Beppe Grillo vs Roberto Saviano: tutti contro il comico

CONDIVIDI

roberto saviano

Vieni via con me sta avendo un successo assolutamente inaspettato. Dieci milioni di telespettatori, Rai Tre, non se li sognava nemmeno. Invece il programma di Fabio Fazio, con Roberto Saviano, ha appassionato e provocato polemiche a non finire. Il paradosso venutosi a creare è il seguente: da una parte c’è chi, come Maroni, se la prende con lo scrittore di Gomorra per avere infangato i politici, negando i grandi risultati ottenuti proprio dal governo contro la camorra. Dall’altra parte c’è chi, come Marco Travaglio e Beppe Grillo, critica Saviano per il motivo opposto: avere cioè coperto il livello politico, concentrandosi sulla criminalità, oppure sugli eroi del passato, come Falcone e Borsellino.

Sul sito del comico genovese, quasi tutti i commenti sono però a favore dell’autore di Gomorra. “Nessuno sopravvive ai peli nell’uovo – scrive un utente del blog di Grillo. – Ed essi impediranno sempre che si veda la sostanza di una lotta, disperdendosi nella discordanza di dettagli insignificanti, ingigantiti apposta per annullare anche quella lotta.
Appena un italiano viene applaudito da due persone si fa tre nemici. L’invidia verso i migliori è uno sport nazionale. Non esiste problema in cui chi se ne sia occupato con visibilità non abbia fatto scattare un’invidia solidale. Che ha generato critiche divergenti e nullificanti. Giustamente Saviano notò che persino Falcone era stato criticato da Borsellino. L’attacco a chi dovrebbe essere nostro alleato finisce addirittura per superare l’attacco al nemico”.

“Delusione e rabbia Beppe. Perchè Saviano? – si chiede un altro utente. – Il merito di questo ragazzo, prima col suo libro, e poi con fazio, è stato quello di sbattere in faccia al paese la verità sul cancro che la divora. Le mafie. Nomi, cognomi, che siano le forze dell’ordine a indagare e a trovare i nomi e i cognomi, non è compito di saviano che ha già sacrificato la sua giovane vita, e che adesso vive la sua reclusione. Le sbarre saranno d’oro ma sono sempre sbarre. Anche tu aspetti che lo facciano fuori, magari per santificarlo nel tuo calendario laico?

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram