Bruno Vespa ospita i pro-vita: prossimamente a Porta a Porta


Sarà il conduttore di Porta a Porta a dare spazio ai gruppi pro-vita.

Ancora non è stato deciso se gli oppositori all’eutanasia potranno avere il proprio spazio a Vieni via con me, ma Bruno Vespa annuncia una puntata speciale, programmata per la prossima settimana, in cui mostrerà come vivono coloro che non perdono la speranza, parenti compresi.

La calda polemica innescata, in primis, da Avvenire e seguita da altri rappresentanti della politica, aveva solo anticipato l’odg indetto durante il Cda della Rai: sì ai gruppi pro-vita in trasmissione.

Roberto Saviano, durante la seconda puntata del programma, aveva ospitato Beppino Englaro e Mina Welby che parlavano dell’accanimento terapeutico cui avevano voluto sottrarre i loro cari, e le risposte di chi voleva un contraddittorio, come nel caso di Maroni e la mafia all’interno della Lega Nord, non erano giunte certo in ritardo.

Fazio, Saviano e gli autori del programma si erano opposti anche all’azienda stessa: “Non siamo pro-morte ma ospitare un contraddittorio per tali argomenti non ha senso, non si parla di politica”, come invece avvenuto con Maroni.

I giovani del Pdl minacciano rappresaglie, i gruppi pro-vita ancora non sanno se potranno partecipare o no, per cui Bruno Vespa corre in loro soccorso con Porta a Porta.

La redazione del programma annuncia: “La prossima settimana la trasmissione manderà in onda una puntata speciale dedicata alle persone che vivono in uno stato vegetativo persistente, assistite da familiari che hanno cambiato completamente le loro abitudini di vita e di lavoro per stargli accanto”.

Il salotto di Raiuno non è nuovo a rivestire il ruolo di cassa di risonanza per chi si ribella in casa: illo tempore, anche Mauro Masi, direttore generale, trovò sfogo da Vespa per spiegare i motivi che lo avevano costretto a sanzionare Michele Santoro (la famosa punizione dei dieci giorni di sospensione per Annozero).

In questi giorni sarà comunicata la data esatta in cui i pro-vita potranno esporre il proprio pensiero su Raiuno.

Carmine Della Pia