Enel Green Power, partita la nuova centrale geotermica

Al via questo week end la nuova centrale geotermica di Enel Green Power a Chiusdino, comune in provincia di Siena.

L’impianto ha una potenza di 20 MW e a regime sarà in grado di produrre più di 145 milioni di chilowattora, pari ai consumi elettrici di 55.000 famiglie, permettendo il risparmio di 32.000 tonnellate equivalenti di petrolio (TEP) di combustibili fossili ed evitando l’emissione di 100.000 tonnellate di CO2 nell’atmosfera.

Utilizzando i migliori standard di qualità e sicurezza raggiunti nell’esperienza secolare di Enel e studiando attentamente l’impatto ambientale per consentire un inserimento paesaggistico poco “traumatico”, l’impianto è all’avanguardia nel campo delle centrali geotermiche  e insieme a quello di Radincoli 2, partito ad inizio mese sempre in provincia di Siena, fa di Enel GP il leader mondiale di tale settore.

La struttura di Chiusdino, sviluppata dall’equipe ingegneristica della stessa Enel GP, è stata costruita utilizzando prevalentemente imprese e manodopera locali, mentre per la pianificazione e le scelte riguardanti l’aspetto visivo e la collocazione paesaggistica della stessa è stata fondamentale la collaborazione con gli enti locali.

“Con l’entrata in esercizio di Chiusdino e Radicondoli 2, la nostra capacità geotermica in Toscana sale a 728 MW, con una produzione tale da soddisfare il fabbisogno di 3 milioni di famiglie, nel pieno rispetto dell’ambiente .Un risultato che ci rende orgogliosi e che conferma il primato tecnologico e realizzativo a livello mondiale, che l’Italia, con EnelGreenPower, detiene in questo settore delle rinnovabili”, il commento di Francesco Starace, Ad di Enel Green Power.

La società italiana, inoltre,  in occasione della Conferenza delle Parti (COP16) della “Framework Convention on Climate Change” dell’ONU che si terrà a Cancun dal 29 novembre al 10 dicembre 2011, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente italiano e il Ministero dell’Ambiente messicano, ha installato nella nota località messicana il primo impianto fotovoltaico con tecnologia a film sottile.

Marco Notari