Saviano: “Non entrerò in politica, sono uno scrittore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:37

Le polemiche suscitate dal programma televisivo ‘Vieni via con me’ destano scalpore anche fuori dai confini nazionali. A tal punto che il ‘Financial Times’ intervista in una località di cui, per motivi di sicurezza, non viene divulgato il nome Roberto Saviano, conduttore assieme a Fabio Fazio della trasmissione di successo.

Tanto per cominciare, l’autore di ‘Gomorra’ elimina ogni dubbio circa il suo coinvolgimento nell’agone politico: “Non ho alcuna intenzione di entrare in politica – dichiara – io sono uno scrittore”. Quanto alla sua condizione di recluso, dovuta ai suoi attacchi frontali al cuore della Camorra, Saviano spiega: “Vivo in questo modo per tutto il tempo”.

“Non è perché pensi che i politici siano tutti venali: certamente qualcuno di loro è corrotto ma ne conosco tanti che fanno tutto il possibile per migliorare il Paese”, aggiunge lo scrittore, che si descrive come liberale pur ammettendo che “in Italia il ceppo liberale è debole, è stato schiacciato dalle due grandi forze della Democrazia cristiana e del comunismo”.

Su una cosa, comunque, Saviano pare non avere il minimo dubbio: “Berlusconi è finito”. Una certezza forse già posseduta anche dal ‘Financial Times’.

Raffaele Emiliano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!