Serie A, Juventus-Fiorentina 1-1: un gol di Pepe salva i bianconeri

La Juve fallisce l’avvicinamento al Milan, facendosi bloccare sul pari da una buona Fiorentina. All’autogol di Motta in avvio di gara, i bianconeri hanno risposto con una rete di Pepe a otto minuti dal termine.

Una gara dai due volti quella dell’Olimpico. Nel primo tempo si è vista una Fiorentina organizzata e compatta, brava ad inaridire le fonti di gioco bianconere (Aquilani e Krasic hanno avuto pochissimi spazi) per poi ripartire con grande velocità, spinta da un ottimo Vargas sulla corsia mancina.

La Juve, seppur meno brillante rispetto alla trasferta di Genova, è venuta fuori nella ripresa, mettendo alle corde la difesa ospite più con l’orgoglio che con il bel gioco. Risultato nel complesso giusto, che permette ai bianconeri di agganciare il Napoli in classifica in attesa delle gare di domani.

PRIMO TEMPO – Del Neri lascia in panchina Iaquinta, colpito da attacco influenzale: in campo c’è Del Piero. Motta vince il ballottaggio con Sorensen in difesa. Mihajlovic riparte con Santana e Vargas sugli esterni. La coppia centrale è formata dal rientrante Gamberini e dal giovane Camporese.

La Fiorentina inizia maglio la gara, e dopo soli 4′ trova il vantaggio. Sugli sviluppi di una punizione respinta dalla difesa bianconera, Vargas lascia partire un tiro-cross dalla sinistra che Motta devia di testa nella propria porta: ospiti in gol al primo affondo.

La Juve prova a reagire, ma Aquilani tocca pochi palloni e il gioco ne risente. Al 13′, su corner di Del Piero, Bonucci non trova la porta di testa. Sette minuti più tardi ci prova Marchisio, ma la sua conclusione al volo termina tra le braccia di Boruc. Occasionissima per i bianconeri al 28′, quando Del Piero, agevolato da una deviazione della difesa viola su tiro di Felipe Melo, spara alto da ottima posizione.

La Fiorentina prova a farsi vedere in contropiede, ma è ancora la Juve a creare i maggiori pericoli. Del Piero ci prova su punizione al 37′, ma Boruc si salva in angolo. L’ultima occasione del primo tempo capita sui piedi di Marchisio, che non trova la porta dopo una bella giocata del capitano bianconero.

SECONDO TEMPO – La Juve rientra in campo con un piglio diverso. Dopo 6′ Del Piero avrebbe la palla buona, ma calcia fuori di sinistro. Un minuto dopo tentativo di Santana, che calcia alto da buona posizione. Ancora Del Piero, su calcio piazzato, sfiora il montante al 58′.

Seppur in maniera disordinata, la Juve continua a spingere. Gamberini, leggermente spinto dal neo entrato Iaquinta, sfiora l’autogol: bravo Boruc. Proprio Iaquinta ci prova in girata, ma spedisce a lato. Santana avrebbe la palla per chiudere il match alla mezz’ora, ma non trova la porta.

Al 76′, grande giocata di Iaquinta, che supera Felipe ma trova il piedone di Boruc. Passano 60 secondi e il portiere polacco si supera di nuovo, stavolta su Chiellini. Dopo un goffo tentativo di Bonucci, la Juve trova il pareggio all’82’: punizione da posizione defilata, Pepe calcia a giro e sorprende Boruc sul secondo palo.

Nel finale, con Felipe espulso, la Juve si butta in avanti. L’unica azione pericolosa, però, è un’altra punizione di Pepe, su cui Boruc è bravo a respingere. All’ultimo minuto di recupero, D’Agostino ci prova su punizione, trovando i pugni di Storari.

TABELLINO

JUVENTUS – FIORENTINA 1 – 1

Juventus (4-4-2): Storari; Motta (37’ st Lanzafame), Bonucci, Chiellini, Grosso; Krasic, Felipe Melo, Aquilani (13’ st Pepe), Marchisio; Del Piero (13’ st Iaquinta), Quagliarella.
A disposizione: Manninger, Traore, Sorensen, Sissoko. All. Del Neri

Fiorentina (4-2-3-1): Boruc; Comotto, Camporese (25’ st Felipe), Gamberini, Pasqual; D’Agostino, Donadel; Santana, Ljajic (19’st Marchionni), Vargas; Gilardino (10’st Babacar).
A disposizione: Avramov, De Silvestri, Bolatti, Cerci. All. Mihajlovic

ARBITRO: Valeri di Roma

MARCATORI: 4′ pt Motta (J) aut., 37′ st Pepe (J)

AMMONITI: Bonucci (J), Pasqual (F), Comotto (F), Marchisio (J), Pepe (J)

ESPULSI: 43’ st Felipe (F)

Pier Francesco Caracciolo