Nuoto, Europei in vasca corta: ancora cinque medaglie per l’Italia

L’Italia continua a regalare emozioni agli Europei in vasca corta di Eindhoven: anche ieri, i nuotatori azzurri hanno portato a casa diverse medaglie: Colbertaldo ha vinto l’oro nei 1500 sl, Elena Gemo si piazza seconda nei 50 dorso, poi ci sono 3 bronzi: Scozzoli nei 50 rana, Dotto nei 100 stile libero e la 4×50 mista femminile. Attimi di panico in mattinata quando Federica Pellegrini ha abbandonato le batterie dei 400 sl per uno degli attacchi di panico che in questi anni la perseguitano: la campionessa si è poi ripresa, trascinando al bronzo la staffetta.

Oro “Colby”, Gemo d’argento Federico Colbertaldo ha regalato all’Italia del nuoto la terza medaglia d’oro della spedizione olandese: il 22 enne veneto ha dominato i 1500 stile, chiudendo con l’ottimo crono di  14’35”36. “Colby” bissa così l’argento portato a casa nei 400 sl. Argento che conquista Elena Gemo nei 50 dorso, chiusi alle spalle della croata Jovanovic.

I 3 bronziFabio Scozzoli fa il bis: dopo l’oro nei 100, il ranista conquista il bronzo nei 50 eguagliando il record personale in gara. Bronzo anche per Luca Dotto che, nei 100 sl, chiude alle spalle del duo russo Izotov-Lagunov. Solo 4° Pippo Magnini. Ultima medaglia di giornata è il bronzo della 4×50 mista femminile: contributo importante ricevuto dalla Pellegrini, tornata in gara dopo il malore della mattina.

Totale medaglie: quindici. Non c’è che dire: è una gran bella Italia. E si può migliorare ancora, recuperando talenti perduti (Magnini, in crisi da un po’) o facendo crescere con calma e pazienze le nuove leve che stanno già regalando tante soddisfazioni.

Edoardo Cozza