Pagelle Sampdoria-Milan: Ibrahimovic spento, Pazzini rapace, Curci saracinesca

SAMPDORIA

Curci 7,5: Interviene tre volte in maniera fondamentale nel primo tempo tenendo il risultato fermo sullo 0 a 0. Nulla può sul goal.

Volta 6: Adattato nel ruolo di terzino si comporta bene ma non spinge mai in attacco, cosa che ovviamente non è abituato a fare.

Gastaldello 6,5: Si attacca ad Ibrahimovic e non lo lascia mai andare. Ne diventa la ombra e nel finale gli fa anche aumentare i bollenti spiriti.

Lucchini 6: Si lascia scappare Ibrahimovic sul goal dell’1 a 0 ma riesce a tenere alta la testa quando chiamato in causa.

Ziegler 7: Batte l’angolo dell’1 a 1, fa quante più sovrapposizioni possibili con Guberti; con l’ingresso di Accardi va a fare l’ala e aumenta il suo attacco.

Guberti 5,5: Abbastanza spento e viene sostituito con un più vivace Koman: si lascia andare a leziosismi evitabili e difficilmente chiude le triangolazioni con Ziegler. (Koman 6: Propositivo e attivo in difesa e in attacco)

Tissone 6,5: Sta piano piano tornando ad essere il regista di cui ha bisogno la Sampdoria. Molto attivo e molto preciso: sicuramente migliore del Poli visto quest’anno.

Palombo 7: L’uomo in più, come sempre, sia in difesa che a centrocampo. Chiude spesso e mantiene la squadra attiva

Mannini 5: Assente, come nella maggior parte delle sue uscite. (Accardi 5,5: Nulla di particolare se non un cross completamente sbagliato nei minuti di recupero)

Marilungo 6,5: Recupera palle in abbondanza, corre tantissimo nel primo tempo e nel secondo ha necessità di rifiatare assolutamente. (Pozzi s.v.)

Pazzini 7: Goal da vero rapace sotto porta, pericoloso in molte accelerate, che non sono sicuramente il suo forte, su Nesta e Thiago Silva. La tripletta a Lecce lo ha rigenerato.

MILAN

Abbiati 6,5: Un solo intervento importante su Pozzi poi viene chiamato poco in causa.

Bonera 5,5: Si vede molto poco e replica le mosse di Volta: non è un terzino e si adatta piano piano.

Nesta 5,5: Non è in serata e commette errori grossolani soprattutto su Pazzini nel primo tempo: se non fosse stato per Abate avrebbe causato l’1 a 0 doriano.

Thiago Silva 6,5: L’uomo in più in difesa. Interviene sempre con la sua corsa e recupera numerosissimi palloni.

Abate 5,5: Come Bonera non riesce a proporsi come dovrebbe. Salva su Pazzini nel primo tempo ma nel finale lascia completamente scoperta la sua zona.

Gattuso 6: Nel primo tempo molto propositivo non solo come recupera palloni ma anche come finalizzatore. Nel secondo tempo si spegne e spreca un po’ troppo.

Ambrosini 6,5: Si inserisce bene e interdice altrettanto bene. Si veste anche da uomo assist su Seedorf che però spreca.

Boateng 6: Chiuso bene nel centrocampo doriano deve aspettare il secondo tempo per esplodere. (Flamini s.v.)

Seedorf 5: Il peggiore del Milan. Non serve i compagni se non per un triangolo al primo minuto con Robinho e spreca una palla goal di grandezza indecifrabile. (Ronaldinho s.v.)

Robinho 7,5: La partita è tutta sua: corsa e dribbling per mettere in difficoltà la lenta difesa della Sampdoria. Segna un grandissimo goal e si propone sempre.

Ibrahimovic 6: Oltre l’assist per Robinho non offre altri spunti. Viene chiuso da Gastaldello che alla fine lo fa anche innervosire e non trova gli spazi necessari.

Mario Petillo