Yara Gambirasio: i primi indizi sulla scomparsa della tredicenne

Si lavora senza tregua per conoscere la sorte della tredicenne scomparsa da venerdì pomeriggio a Brembate Sopra (Bergamo) Yara  Gambirasio. Dopo aver lasciato il palazzetto dello sport, non ha più fatto rientro a casa. Sono stati ascoltati amici e parenti senza ottenere risultati interessanti in grado di chiarire gli interrogativi degli inquirenti.

L’unico indizio che emerge proviene da News Mediaset che ha raccolto la testimonianza di un ragazzo diciannovenne vicino di casa, Enrico Tironi, il quale sostiene di averla vista mentre chiacchierava con due uomini sulla strada, vicino casa, verso le 18.45 di venerdì. Non lontana da loro c’era parcheggiata una Citroen di colore rosso con le luci di emergenza azionate.

Il ragazzo non aveva dato peso a quello che aveva visto, col passare del tempo, però, saputo della scomparsa di Yara, ha capito che la sua testimonianza poteva essere importante, ma non è ancora stato ascoltato dagli inquirenti.

Il 19enne conosce la ragazza scomparsa da molti anni. “L’ho riconosciuta benissimo, aveva i capelli raccolti in una coda di cavallo” ha detto il ragazzo. “Quegli uomini indossavano giacche nere”.

“Mi pareva che Yara fosse tranquilla e sorridesse, ma, ora che ci penso, poteva anche essere un sorriso d’imbarazzo per trovarsi con persone più grandi” ha aggiunto.

Enrico si è  detto certo che i due uomini non fossero del paese, ma  non sicuro se italiani o stranieri.

Sono nati molti gruppi Facebook che sostengono le ricerche della tredicenne scomparsa, il primo dei quali fondato dopo qualche ora dalla scomparsa, che conta 2.000 iscritti. Appelli alla ricerca di chi può aver visto qualcosa; espressioni di vicinanza alla famiglia; promesse di preghiere e gruppetti che, a imitazione di Chi l’ha visto, si lancia in improbabili avvistamenti.

Il caso Sarah Scazzi ha reso molto più sensibili a notizie riguardanti la scomparsa di ragazze. Yara è una giovane promessa della danza ritmica che viene cercata dalla polizia, dai carabinieri e dai vigili del fuoco. Il pm Letizia Ruggeri coordina le indagini sulla scomparsa. I carabinieri di Bergamo che seguono le indagini mantengono aperte tutte le piste.

Cosmo de La Fuente