Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

Carburanti, prezzo record per benzina e gasolio. Stipendi fermi a ottobre

CONDIVIDI

Prezzi dei carburanti su e retribuzioni al ribasso.

La benzina è prossima a 1,42 euro al litro, il gasolio ha superato 1,3 euro.

In base alle rilevazioni mensili dell’Unione petrolifera, diffusi da Staffetta quotidiana, giornale che si occupa del settore energetico, è la prima volta da oltre due anni che il gasolio si porta oltre questa soglia.

I prezzi medi rilevati dall’organo di informazione per la benzina si attestano tra 1,414 euro al litro per Esso e Q8 e 1,419 euro al litro per Erg, Shell, Tamoil e Total.

Per il gasolio i prezzi oscillano invece tra 1,285 euro al litro applicato nei distributori Shell e il massimo di 1,304 euro al litro in quelli Q8: dalle statistiche dell’Unione petrolifera, era dall’ottobre 2008 che non riscontravano prezzi simili, quando si oltrepassò 1,301 euro al litro.

Le punte massime, per la benzina sono state rilevate in Campania, dove è in vigore l’addizionale regionale sugli idrocarburi, 1,46 euro al litro, seguita dalla Sicilia, 1,445, dove è stato anche registrato l’aumento record per il gasolio, 1,324 euro al litro.

I record per i carburanti si associano a quelli degli aumenti, stavolta al ribasso, delle retribuzioni .

Dai dati Istat, infatti, stipendi e salari sono fermi a ottobre su base mensile, con una crescita tendenziale dell’1,5% rispetto al 2,1% teorico previsto per questo periodo.

E’ il dato più basso da ottobre 1999 ad oggi, addirittura al di sotto del livello dell’inflazione, +1,7% a ottobre di quest’anno.

Nell’ attesa di rinnovo 41 accordi contrattuali, relativi a circa 4,9 milioni di dipendenti, l’Istat segnala anche che tra quelli scaduti nell’anno in corso ne sono stati rinnovati soltanto due: estrazione minerali solidi e scuole private religiose.

Marco Notari.