Palermo-Roma 3-1, Ranieri fa i complimenti, Nocerino:”Vogliamo diventare grandi”

Non solo tridente fantasia. Il Palermo che ieri sera al Barbera ha sopraffatto la Roma 3-1, ha messo in mostra, oltre alle doti tecniche, anche tanta forza e intelligenza tattica. Come quella di Antonio Nocerino, gregario di centrocampo, autore della terza rete siciliana:” Era importante vincere oggi. Da maggior slancio al nostro campionato perché – afferma il centrocampista ai microfoni di Sky sport – abbiamo scavalcato una grande squadra in classifica.” Queste le parole dell’ex-Juve nel dopo-partita. : La nostra spregiudicatezza?E’ allo stesso tempo la nostra forza e il nostro difetto. Dobbiamo migliorare – continua il mediano – perché vogliamo diventare grandi. Abbiamo fatto una grandissima partita e abbiamo meritato i tre punti.

Ranieri si complimenta – E in una partita in cui si è visto un grande Palermo, l’allenatore giallorosso, Claudio Ranieri, non può che ammettere la superiorità avversaria e fare i complimenti ai padroni di casa:”Nel primo tempo noi troppo leziosi e orizzontali. Siamo stati lenti – ammette il tecnico – sapevamo che il Palermo faceva bene le ripartenze. E’ stato proprio il contropiede, secondo Ranieri, l’arma principale con cui Miccoli e soci hanno perforato la difesa romanista:” Il nostro secondo tempo – continua l’allenatore testaccino intervistato da Sky – è stato incolore e loro si sono meritati la vittoria. Bisogna accettare la sconfitta, hanno giocato meglio di noi – conclude – e complimenti al Palermo. Qualche rammarico però, dal momento che secondo il coach romano anche l’impegno infrasettimanale in Europa ha avuto il suo peso:” Noi venivamo dalla partita di Champions, non abbiamo preparato bene la partita come loro. Dobbiamo rimboccarci le maniche e ripartire.

Rossi a testa bassa – Dall’altra parte della barricata, Delio Rossi si mostra allo stesso tempo soddisfatto, ma incontentabile:” Abbiamo sofferto i primi venti minuti. Nel secondo tempo – analizza l’allenatore dei siciliani – abbiamo fatto una gara importante e non abbiamo concesso niente. Peccato prendere il gol. Il tecnico palermitano, una volta consolidato il risultato, voleva far girare la palla, ma ammette che l’estro del suo reparto avanzato è, a tratti, incontenibile” Si poteva gestire meglio la palla sul 3-0, ma non posso togliere l’istinto ai miei giocatori. Ancora abbiamo tanti difett – dichiara ai microfoni di Sky – non solo pregi e dobbiamo lavorare. Alla fine però, Rossi si gode i suoi talenti che gli hanno regalato il quinto posto alla pari con l’Inter:”Lo spirito è quello giusto. I ragazzi brillano di luce propria.

Giuseppe Greco