Toscana, 100mila le persone con problemi di salute mentale

In Toscana più di 100 mila persone hanno problemi di salute mentale: 70.776 fra gli adulti , circa 2 mila gli stranieri e 27 mila i minori. Le persone con disturbi psichici ricoverate in strutture ospedaliere sono 17 mila, di cui 9mila sono donne. La maggioranza è celibe o nubile ed ha tra i 25 e i 44 anni.

I dati riguardanti i servizi di salute mentale della Regione Toscana sono stati diffusi con il “Rapporto 2010”, il quale  è stato presentato nel corso del 6° convegno di programmazione e verifica sul funzionamento dei servizi integrati per la salute mentale. Il rapporto fornisce i dati di attività dell’anno 2009 relativamente all’utenza dei servizi di salute mentale, all’offerta dei servizi assistenziali ed alle risorse finanziarie e di personale dedicate, al fine di supportare in modo adeguato la programmazione regionale e locale in materia.

I pazienti che presentano problemi di natura psichiatrica costituiscono una categoria “debole”, da seguire con particolare attenzione allo scopo di definire i protocolli terapeutici più adeguati tanto sul piano dell’assistenza territoriale, quanto su quello dell’assistenza ospedaliera.
Sono stati riportati inoltre dei dati che permettono di iniziare un processo di valutazione dei livelli di salute mentale della popolazione (consumo farmaci antidepressivi nella popolazione, suicidi, consumo Ritalin, pazienti ricoverati in ospedale psichiatrico giudiziario). Il rapporto informa anche sul numero delle prestazioni erogate: nel 2009 è salito a 1.737.286. Nel 2009, per quanto riguarda il consumo di farmaci antidepressivi sono state erogate 3.929.401 confezioni (400 mila in più rispetto al 2006). Al primo posto, fra le province, Firenze con 921.451 unità erogate. In progressiva diminuzione, in Toscana, il fenomeno dei suicidi: si è passati da un tasso standard di 9 su 100 mila abitanti nel 1998 al 6,8 del 2008 (quell’anno ci furono, in tutta la regione, 263 suicidi (205 maschi e 58 femmine).

Sostenere le famiglie che vivono il disagio mentale rappresenta una delle principali attività delle oltre 100 associazioni di volontariato esistenti in Toscana che favoriscono la socialità e l’integrazione delle persone con disagio psichico, con l’obiettivo di sostenerle nel processo di guarigione sociale.

Adriana Ruggeri