Troppo sapone fa male al sistema immunitario

Troppa pulizia potrebbe addirittura peggiorare le nostre condizioni di salute, favorendo l’esposizione alle allergie. Questo almeno secondo i risultati di una ricerca della School of Public Health dell’Università del Michigan, in uno studio recentemente pubblicato sulla rivista specializzata Environmental Health Perspectives.

In particolare, i soggetti giovani che abusano di saponi antibatterici contenenti triclosan (un composto chimico antibatterico usato in saponi, dentifrici, pannolini e strumenti medici), sembrerebbero maggiormente esposti alle allergie. L’esposizione a livelli elevati di bisfenolo A (bpa) – una sostanza chimica contenuta nella plastica dei recipienti – sembrerebbe invece influire negativamente sull’efficienza del sistema immunitario nei soggetti adulti.

I ricercatori statunitensi hanno preso in esame un campione di bambini, adolescenti e soggetti adulti e confrontato i loro livelli di triclosan e bpa nelle urine con i risultati delle diagnosi di allergia o raffreddore allergico e i livelli di anticorpi citomegalovirus. I risultati sembrano confermare la teoria che vuole l’eccessiva pulizia come un danno alla salute. Infatti, i soggetti con più di 18 anni di età, che erano entrati a contatto con livelli più elevati di bisfenolo A, avevano una concentrazione esagerata di anticorpi citomegalovirus. Mentre i ragazzi con meno di 18 anni, che si erano esposti a maggiori quantità di triclosan, soffrivano in modo anomalo di allergie e febbre da fieno.

 Secondo il dott. Allison Aiello, coordinatrice dello studio, “I risultati nei giovani corroborano l’ipotesi dell’igiene, secondo cui stare negli ambienti molto puliti e igienici può influire sulla nostra esposizione ai microorganismi benefici per lo sviluppo del sistema immunitario. Come agente antimicrobico presente in molti prodotti casalinghi, il triclosan può modificare i microorganismi a cui siamo esposti, influendo sullo sviluppo del nostro sistema immunitario nell’infanzia”.

Un risultato che contrasta leggermente con quanto indicato recentemente da chi suggeriva di lavarsi le mani frequentemente e assiduamente con il sapone al fine di prevenire al meglio l’influenza stagionale.

Adriana Ruggeri