Home Sport Motori

MotoGp, Rossi ha tolto i punti alla spalla

CONDIVIDI

Il processo di guarigione è finalmente iniziato. Ieri Valentino Rossi si è diretto a Cattolica nello studio medico del Dottor Giuseppe Porcellini per togliere i dieci punti di sutura alla spalla destra operata il14 novembre. La fase quindi del totale riposo post-operatorio si è conclusa ed ora inizia la parte più importante: quella della riabilitazione. La spalla è una parte del corpo molto delicata e per farla tornare nella miglior condizione possibili occorre seguire minuziosamente il programma di recupero prestabilito senza tralasciare nessun aspetto. Il pilota comunque dal suo sito ufficiale fa sapere che la situazione è positiva: “”Sto facendo riabilitazione alla spalla e la situazione sta migliorando. Tra circa due settimane comincerò a lavorare attivamente in piscina e in palestra per essere pronto per i tre giorni di prove a febbraio

Non bisogna dimenticare infatti che Rossi ha meno giorni a disposizione per recuperare da questo infortunio. Teoricamente il tempo previsto è di novanta giorni, ma i delicatissimi test di Sepang sono previsti tra neanche settanta, quindi occorre velocizzare il processo senza però intaccare nella qualità. Il Dottor Porcellini si dice soddisfatto del corso post operatorio e, se tutto procederà secondo le previsioni, fra 15 giorni Valentino potrebbe tornare a fare i primi movimenti. Movimenti che si dividono in una fase di ginnastica passiva per poi iniziare con quella attiva, la più cruciale: “Dobbiamo fare in fretta ma speriamo di essere piuttosto in forma per il primo test del 2011 con la Ducati a SepangDa oggi ricomincio a lavorare in palestra, almeno per quanto riguarda il resto del corpo, e a fare riabilitazione passiva per quanto riguarda la spalla, soprattutto per non perdere mobilità

Vacanze non certo rilassanti per il nove volte campione del mondo. Purtroppo la spalla era ridotta in condizione pessime, ben peggiori di quelle si pensava e supponeva. Questo però dovrà interferire il meno possibile nella ricerca di feeling con la nuova moto, visto che i giorni di test sono pochi e gli avversari molto agguerriti. Una sfide difficile per Valentino, vedremo se anche questa volta ne uscirà vincitore.

Riccardo Cangini