Premio Laurentum 2010, uno spaccato limpido dell’intero Paese

 

Si tratta di uno spaccato limpido e chiaro dell’intero Paese, dal Nord fino a scendere  al Sud e passando attraverso la penna di giovani e meno giovani, tutti ardentemente desiderosi di esprimere se stessi e la loro anima, i loro pensieri oltre che la realtà attorno a noi tramite lo strumento della poesia. E’ questo e molto altro che rappresenta il Premio Laurentum per la Poesia, il quale è una delle maggiori competizioni letterarie nella nostra penisola ed ormai giunto a quella che è la sua 24esima edizione, e che si propone di fotografare e ritrarre una parte dell’Italia conferendo così riconoscimenti e premi in tutto lo stivale.

Avrà luogo stasera la cerimonia di premiazione nella sede del museo nazionale delle Arti del XXI secolo Maxxi durante la quale la Giuria, presieduta da Gianni Letta e formata, tra gli altri, da Corrado Calabrò, Simona Izzo, Davide Rondoni, Francesca Merloni e Maria Rita Parsi, premierà quelli che sono stati ritenuti i migliori componimenti poetici selezionati tra i 2.088 elaborati in gara nella competizione. Alla fine della cerimonia Paola Gassmann leggerà i componimenti di quelli che sono stati i vincitori.

Sono tante le novità che sono state introdotte in questa edizione della manifestazione come ad esempio l’apertura del Premio a quelli che sono i nuovi linguaggi del mondo giovanile; oltre alla classica e ormai tradizionale forma espressiva della poesia in versi Laurentum ha difatti posto in evidenza l’utilizzo dei nuovi e recenti mass media; si parte dal IV Premio Online Aams fino ad arrivare al III Premio sms Vodafone, concorso  di poesia via sms da inviare mediante cellulare, fino a giungere al II Premio Social Network il quale si avvale di qualcosa come 5.388 iscritti alla pagina di Facebook.

Rossella Lalli