Roma, Adriano attacca Ranieri: “Sto bene, perché non gioco mai?”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:33

Adriano attacca Claudio Ranieri. E lo fa in maniera diretta, senza mezzi termini, perché il suo progetto di riscatto nel campionato italiano si sta scontrando contro una frequentazione troppo scarsa del terreno di gioco.

Io sto bene e mi sento in forma, non so perché non gioco. Evidentemente non rientro nei piani dell’allenatore – ha confessato il centravanti brasiliano alla rivista brasiliana ‘Extra’ durante un’intervista telefonica –. Non sono soddisfatto. Gioco troppo poco, e così è impossibile prendere il ritmo. Non ho mai giocato una partita intera finora, non posso essere contento“.

Parole che sicuramente non faranno piacere al tecnico giallorosso, che nelle scorse settimane aveva sottolineato l’impegno e la caparbietà di Adriano in allenamento. Ma l’attaccante carioca non si accontenta più di essere considerato una riserva di lusso (quest’anno ha disputato solo quattro spezzoni di partita, ma ha anche subìto due infortuni che lo hanno tenuto lontano dai campi per più di un mese): ora che, a suo dire, fisicamente sta bene, vuole giocare di più. “Il mio desiderio è quello di restare alla Roma, se me ne andrò sarà perché è la società a volerlo. Ma una cosa è chiara: voglio giocare. Non sono più un ragazzino. Gli anni passano e io ho bisogno di giocare“.

Una sorta di ultimatum, con tanto di rivelazione finale: il suo amico Ronaldo lo ha chiamato dal Brasile per proporgli di raggiungerlo al Corinthians. “Sì, è vero, mi ha chiesto di tornare in Brasile, al Corinthians, per giocare insieme. Ma gli ho detto che voglio rispettare il mio contratto con la Roma fino al 2013. Non me ne voglio andare via dall’Italia così come accadde con l’Inter“.

Pier Francesco Caracciolo

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!